Cantù, sistemata la ComTec Ed evitate le penalizzazioni
Andrea Mauri (Foto by Butti)

Cantù, sistemata la ComTec
Ed evitate le penalizzazioni

Solo un’ammenda per la società biancazzurra impegnata a sistemare tutti i conti

Non più tardi di lunedì pomeriggio la Pallacanestro Cantù sembrava spacciata, alle prese con le ultime ore di una lenta agonia. Da clinicamente morta quale era, nel breve volgere di neppure 48 ore è tornata a respirare, tanto da ritrovarsi ora a tirare un profondo sospiro di sollievo.

Intanto, infatti, si è aggiustata la situazione per uscire parzialmente indenni dai controlli della ComTec, la Commissione di controllo. In mora da martedì, la società brianzola stava beccando 2mila euro di ammenda al giorno e così sarebbe stato per i primi cinque giorni, dopodiché il Consiglio federale avrebbe applicato punti di penalizzazione in classifica da scontare nel corso dell’attuale stagione.

In sostanza si trattava di ottemperare agli adempimenti producendo la documentazione attestante l’avvenuto pagamento delle ritenute Ire/Irpef, Inps ex Enpals e Fondo Fine Rapporto riferite per competenza e calcolate sugli emolumenti maturati nel bimestre di riferimento (novembre e dicembre, e quindi in scadenza il 15 gennaio scorso), nei confronti di tutti i tesserati.

Ieri sera dalla sede di Cermenate si dava tutto per fatto e dunque le giornate “scoperte” sarebbero un paio (martedì e mercoledì) per un totale di 4mila euro di ammenda.

E questo era ritenuto un passaggio fondamentale perché vedersi penalizzati in classifica dopo aver rilevato il club avrebbe rappresentato un duro colpo anche all’immagine.

Tra oggi e domani si provvederà a saldare (circa 30mila euro) anche i lodi e i Bat in corso e che avevano portato al blocco del mercato. Ciò significa che a breve Cantù potrà tesserare il vice allenatore Ugo Ducarello che peraltro è al lavoro già da settimane e andare alla ricerca di un sostituto di Udanoh qualora con il capitano sarà rottura definitiva.

In tema di scadenze, la prossima sarà la rata da corrispondere entro il 5 marzo alla federazione dell’importo di 36mila euro.n 


© RIPRODUZIONE RISERVATA