Cantù, Stefanelli sta meglio Ora sarà sotto osservazione
Francesco Stefanelli opposto a Luca Cesana in Assigeco-S.Bernardo Cinelandia Park (Foto by Gorini)

Cantù, Stefanelli sta meglio
Ora sarà sotto osservazione

Il tremendo scontro di gioco a Piacenza ha portato a un trauma distorsivo al rachide cervicale senza altre conseguenze gravi

Francesco Stefanelli sta bene. È questa la buona notizia di giornata, per il giocatore, la Pallacanestro Cantù e i tifosi in ansia per le condizioni del giocatore, trasportato in ospedale dopo uno scontro di gioco durante Ucc Piacenza-Cantù.

Colpo accidentale

Un colpo accidentale dopo 3’ nel corso del terzo periodo l’ha messo letteralmente ko: un impatto violento e inaspettato contro il centro di Piacenza, Guariglia, dopo un blocco. Collo contro spalla, il giocatore è caduto immediatamente a terra e c’è rimasto per alcuni minuti. La scena non è stata piacevole e ha tenuto con il fiato sospeso il pubblico del “PalaBanca”, perché il giocatore era a terra, in posizione fetale e non sembrava dare più segni di vita.

Dopo essere stato immediatamente soccorso dai due staff medici, la corsa in ospedale ha poi stabilizzato la situazione. Stefanelli ha infatti lasciato la struttura già nella notte di domenica, dopo gli esami del caso. Che, fortunatamente, hanno evidenziato un trauma distorsivo al rachide cervicale senza altre conseguenze gravi. Gli accertamenti hanno infatti dato esito negativo e il giocatore è stato dimesso immediatamente. Stefanelli – rassicura la Pallacanestro Cantù - versa in buone condizioni di salute. Lo staff medico biancoblù ha già preso in carico la situazione, sta curando l’evolversi della situazione per stabilire i tempi di recupero.

Resta il grande spavento, per tutti, durante la partita. Così come non è sfuggito il sangue freddo dello staff medico dell’Ucc Piacenza. La società ha voluto sottolineare l’intervento dei sanitari piacentini: «Pallacanestro Cantù desidera ringraziare lo staff medico dell’Ucc Piacenza per la prontezza e l’efficacia nel fornire adeguato supporto allo staff canturino durante le operazioni di soccorso».

Tutto passato, quindi. Lo stesso giocatore, tenuto comunque a riposo e sotto osservazione, pur senza rilasciare dichiarazioni ha dimostrato di essere “attivo” sui social aggiornando con varie “stories” pubblicate sul suo profilo Instagram l’evoluzione della giornata, riportando tutte le notizie positive sul suo conto.

Una giornataccia

Per Stefanelli e Cantù, domenica, è stata comunque una giornataccia. «Non siamo mai stati capaci di mettere energia», «Le nostre non erano belle facce»: queste le parole di un coach Sodini evidentemente non soddisfatto. Certo è che, questa Cantù, stava abituando bene i propri tifosi: battuta all’esordio in Supercoppa da Treviglio (ora tra le squadre in gran forma del girone Verde) lo scorso 12 settembre, dopo quel ko non ha più perso. E da quell’inaspettata sconfitta sono passati oltre due mesi e nove partite vinte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA