Cantù, superderby in Supercoppa Con Milano prima gara dell’anno
Cesare Pancotto, allenatore dell’Acqua San Bernardo Cantù (Foto by Butti)

Cantù, superderby in Supercoppa
Con Milano prima gara dell’anno

La sfida del 27 al Forum sarà la partita inaugurale della stagione di tutto il movimento

Non solo derby, ma addirittura una “prima”. Toccherà infatti ad AX Armani Exchange Milano-Acqua San Bernardo Cantù aprire la rivoluzionaria Supercoppa italiana di pallacanestro, quella con tutte le sedici squadre in lizza, in precampionato, e divise in 4 gironi dal altrettante formazioni.

La formula è quella dell’andata e ritorno, i gruppi sono stati suddivisi per aree geografiche. Prima palla a due al Forum di Assago il 27 agosto (orario ancora da stabilire), per la classicissima Milano-Cantù, che in realtà costituisce l’anticipo della giornata conclusiva, il 13 settembre. Il tutto per via dell’impegno della squadra di Ettore Messina nel torneo dell’Eurolega a Kaunas.

Passa il turno solo la prima del girone (Germani Brescia e Openjobmetis Varese completano l’A, che sarà un affare tutto lombardo). Insieme alla vincente degli altri tre raggruppamenti, sarà poi a Bologna (dal 18 al 20 settembre alla Virtus Segafredo Arena) per la final four che designerà la vincitrice 2020.

Sarà un torneo anomalo, perché con ogni probabilità disputato a porte chiuse (difficilmente a poco più di due settimane dal via ci potrà essere un provvedimento ad hoc per il basket, perdipiù al chiuso) e con le squadre (alcune addirittura non hanno nemmeno completato il roster) che la prenderanno alla stregua di un torneo estivo, per verificare la preparazione e misurare i primi giochi.

Cantù, ad esempio, avrà il problema degli americani al lavoro con il gruppo, dopo il periodo di quarantena per via dell’approdo diretto dagli States, da soli undici giorni, visto che il “ricongiungimento” è stato fissato per domenica prossima, momento della partenza per la settimana di ritiro a Chiavenna.

Coach Pancotto, dunque, che sicuramente avrà fatto fare dei compiti a casa ai suoi stranieri (esercizi sì e magari anche qualche video della passata stagione con i primi rudimenti tattici), dovrà misurarsi con una situazione eccezionale, e cioè gettare nella mischia un gruppo che praticamente non avrà ancora giocato assieme. Milano sarà la solita corazzata pronta a lottare su tutti i fronti, Varese vorrà subito confermarsi dopo il grande mercato e Brescia è una squadra che da anni è ai vertici della serie A. Sarà un bel test per tutti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA