Cerutti, primo italiano alla Dakar Ma è un giorno triste: c’è un morto
Jacopo Cerutti alla Dakar

Cerutti, primo italiano alla Dakar
Ma è un giorno triste: c’è un morto

Il comasco chiude 19° ed è 20° nella generale. Tutti sotto choc per l’incidente di Goncalves

Una brutta notizia ha sconvolto i partecipanti della 42a Dakar, giunti al traguardo della tappa di Wadi Al Dawasir, la settima di questa edizione in Arabia Saudita.

Quella della scomparsa di uno dei veterani della Dakar, Paulo Goncalves, 40 anni, pilota motociclista che ha corso tredici edizioni. È morto in seguito a una brutta caduta, sui velocissimi tratti della Dakar 2020.

Anche il nostro Jacopo Cerutti è rimasto senza parole per la tragedia capitata al pilota lusitano, anche perché il comasco ha corso ben quattro edizioni nella stessa gara accanto al collega.

Il pilota del moto club Intimiano ha tagliato il traguardo in 19a posizione, e adesso il comasco è 20° nella generale: un buon risultato per Cerutti, che dopo il riposo di sabato è tornato mentalmente in gara consapevole che dalla giornata di riposo in poi e fino al traguardo sarà tutt’altra Dakar.


© RIPRODUZIONE RISERVATA