Coach Kurtinaitis e i suoi “lunghi” «Soddisfatto di questo reparto»
Coach Rimas Kurtinaitis accanto alla presidente Iriina Gerasimenko

Coach Kurtinaitis e i suoi “lunghi”
«Soddisfatto di questo reparto»

Il lituano entra nel dettaglio: «Lawal deve far meglio in difesa, Johnson migliorare in attacco. Callahan è un combattente, Quaglia guadagnerà minuti».

«Anzitutto ci tengo a dire che si tratta di ottimi ragazzi, con i quali durante questo primo periodo della preparazione si è lavorato proficuamente». Coach Rimas Kurtinaitis introduce questa premessa prima di addentrarsi nell’analisi tecnica del pacchetto lunghi a sua disposizione («sono soddisfatto della sua composizione e delle varianti che mi si prospettano»), ora completo con l’arrivo di Travis.

Entrando nel dettaglio, l’allenatore lituano rileva che «Lawal offensivamente è eccellente e potrebbe realizzare anche 50 punti a partita, ma deve assolutamente crescere nella fase difensiva perché deve capire che è lì che si vincono le partite. Quanto a Johnson, sa leggere invece molto bene le situazioni in difesa perché intuisce al volo ciò che fanno gli avversari e dunque sa regolarsi di conseguenza. A lui ho chiesto miglioramenti in attacco».

«Callahan - prosegue il tecnico - è un giocatore esperto che farà parecchio comodo perché si è mantenuto molto bene, tanto da dimostrare dieci anni in meno. Inoltre, è un combattente e un ottimo tiratore, indi per cui può dare molto a questa squadra. Quanto a Quaglia, dico solo che si sta allenando bene e se continuerà così potrà guadagnare minuti».

«Non so a priori quali lunghi entreranno in quintetto - la chiosa - perché le scelte dipendono anche dalle caratteristiche degli avversari. L’importante, comunque, non è chi sono in primi cinque ma è finire la partita con i cinque migliori in campo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA