Cominetti jr spinge la Libertas «Dobbiamo puntare più in alto»
Roberto Cominetti in azione: la Libertas Cantù è tornata a sorridere

Cominetti jr spinge la Libertas
«Dobbiamo puntare più in alto»

Il successo con Taviano ha rilanciato le ambizioni di Cantù.

«In questo momento della stagione siamo in una posizione di classifica che non fa per noi». Roberto Cominetti, e lo si capisce bene dalle sue prime parole, non fa sconti all’inizio di campionato della sua squadra.

La Pool Libertas, infatti, non ha finora trovato la continuità necessaria a scalare la graduatoria, complici alcune difficoltà che, tra calendario e problemi fisici, hanno condizionato l’approccio al girone Blu di serie A2.

Serie A2 che, beninteso, è il primo obiettivo della squadra allenata dal papà di Cominetti, Luciano. «Abbiamo una squadra che può puntare più in alto di quanto non sia stato fin qui. I punti che abbiamo, però, sono il fritto di ciò che abbiamo espresso fino a oggi. L’inizio è stato difficoltoso a causa di un calendario non facilissimo; poi, gli infortuni hanno condizionato la squadra. Adesso, per fortuna, ci siamo rimessi in pista».

Il successo contro Taviano in casa, in questo senso, ha rilanciato le ambizioni di una formazione che, a dispetto degli inciampi iniziali, è comunque li. «La vittoria di domenica – continua Cominetti – ci fa bene al morale, e lo fa anche alla classifica. Siamo a sei punti dal quarto posto. Il nostro obiettivo e rientrarci. Da qui alla fine del girone d’andata abbiamo ancora due partite. Punteremo a fare il massimo dei punti possibili e, a quel punto, verificheremo a che punto saremo arrivati».


© RIPRODUZIONE RISERVATA