Como, caccia all’allenatore  Solo un sogno Lulù Oliveira
Roberto Felleca, socio del Como 1907 (Foto by Cusa)

Como, caccia all’allenatore

Solo un sogno Lulù Oliveira

Oggi la società potrebbe annunciare il nome del nuovo tecnico. Il ds Pruzzo a Coverciano valuta i “disoccupati”

La caccia all’allenatore del Como potrebbe concludersi oggi, è probabile che nel corso della giornata il nuovo tecnico venga annunciato. E’ la sensazione trasmessa dalle parole di Roberto Felleca, che sino a ieri non ha svelato però ancora niente di ufficiale. La cautela resta d’obbligo, oltre al fatto che comunque sino alla certezza di aver ottenuto la serie D nessun contratto sarà firmato.

Intanto salta una possibile scelta: Andrea Pisanu (ex calciatore di Parma e Cagliari,) ha dichiarato ieri «ringrazio il Como perché ha preso in considerazione il mio nome per una panchina così prestigiosa e piena di storia. Sono però legato da un contratto per un altro anno al Melita Fc – squadra maltese di serie B – e dopo un’attenta valutazione ho deciso di proseguire qui a Malta».

Nelle ultime ore era circolata anche una voce particolarmente affascinante per i tifosi del Como, ovvero che in corsa per la panchina ci fosse anche Lulù Oliveira. L’idea pare che sia stata presa in considerazione, ma anche questa è un’ipotesi già spenta. Tra i nomi usciti va cancellato anche quello di Festa, così come quello di D’Angelo, ex Bassano. Ma pare sia da dimenticare anche la pista sarda, questo almeno è stato fatto trapelare ieri. Non arriverà da lì il nuovo tecnico, o perlomeno non è un isolano. L’incontro con lui si sarebbe svolto nelle scorse ore a Roma.

Intanto Roberto Pruzzo, il cui arrivo a Como era previsto per oggi, sarà invece ancora un paio di giorni a Coverciano. Il compito del “bomber” è quello di cercare giocatori, dando un’occhiata al gruppo dei disoccupati che come ogni estate si allenano presso il centro tecnico federale.

Intanto, in queste prossime ore il Como sta attendendo anche la risposta di Roberto Galia e Sergio Marelli per quanto riguarda il settore giovanile, decisione importante anche la loro, che potrebbe influenzare la scelta di qualche ragazzo se restare o meno. In attesa di definizione anche la posizione di Riccardo Bellotti, designato al ruolo di responsabile tecnico, sostanzialmente braccio destro del direttore sportivo, che sarà Pruzzo. Anche la sua permanenza non è però ancora del tutto certa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA