Como, ora il gruppo  si sta assottigliando
Gli allenamenti individuali: lo stadio deserto e il distanziamento tra i giocatori in campo (Foto by foto Cusa)

Como, ora il gruppo

si sta assottigliando

Con il nuovo rinvio degli allenamenti di squadra altri giocatori hanno scelto di rientrare in famiglia. Cicconi, Iovine, Marano, H’Maidat e Loreto ancora qui.

Il gruppo dei presenti si assottiglia sempre di più. Ormai i giocatori del Como rimasti nei pressi si contano davvero sulle dita di una mano, e per loro lo stadio Sinigaglia resta a disposizione quando necessitano di correre o di svolgere attività aerobica, rigorosamente senza pallone.

Praticamente tutti a questo punto sono tornati a casa loro, vicino alle famiglie d’origine, sempre con motivi rigorosamente certificati, legati appunto a esigenze familiari. O ad altri motivi di particolare importanza, che ora con un’apertura comunque maggiore, sono consentiti. In particolare, se ne sono andati anche Raggio Garibaldi e Sbardella, che continuano gli allenamenti a casa, come ormai praticamente tutti.

A Como invece, oltre ovviamente a chi abita in zona come Cicconi e Iovine, si sono fermati per il momento soltanto Marano, Loreto e H’Maidat.

Quest’ultimo, che ha residenza in Olanda dove tutto è aperto, ha preferito restare a Como con la famiglia, compagna e figlia, anche per motivi di sicurezza. E loro, anche se non tutti i giorni, allo stadio continuano a lavorare. Singolarmente, saltuariamente, a seconda delle esigenze. Mentre per tutti, dovunque si trovino, c’è sempre l’assistenza a distanza del preparatore. Un appuntamento che ormai è diventato anche un motivo per tenersi uniti, condividendo anche emotivamente quello che sta succedendo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA