Coupe de la Jeunesse
Otto lariani in Spagna

Nel “mini mondiale” giovanile di canottaggio è folta la rappresentanza di atleti delle società comasche a Castrelo De Miño: domani qualifiche, sabato finali

Coupe de la Jeunesse Otto lariani in Spagna
Il doppio Tarelli-Mascheroni (Menaggio)
(Foto di Foto Gianfranco Casnati)

Archiviato il Mondiale Under 23 e Under 19 di Varese, la prua del canottaggio continentale si sposta verso Castrelo de Miño, nella regione Galizia in Spagna, per l’edizione 2022 della Coupe de la Jeunesse. A rappresentare l’Italia saranno 14 equipaggi (7 femminili e 7 maschili) formati dai 57 atleti (29 ragazze e 28 ragazzi) che si sono guadagnati la possibilità di vestire la maglia azzurra al termine della selezione che si è svolta lo scorso mese a Piediluco.

Di questi otto sono comaschi, distribuiti su diverse barche, alcune delle quali sono completamente societarie. In primis la Menaggio, che schiera in maglia azzurra il singolo di Marco Gilardoni e il doppio femminile di Valentina Mascheroni e Silvia Tarelli. Il doppio maschile, invece, si presenta ai blocchi di partenza con Natan Sartor della Lario e Angelo Boleso della Cernobbio. Il quattro di coppia femminile è per tre quarti targato Cernobbio, con la capovoga Samantha Schincariol, Sara Lucia Caterisano e Rebecca Rossini, completato dalla prodiera Elisa Marca dell’Eridanea. La Coupe de la Jeunesse è un mini-mondiale, ovvero il primo approccio a livello internazionale dei più giovani che ogni anno vi accedono superando una seconda selezione dopo quella che prima viene fatta per i Mondiali Under 19 (ex Junior). Tra l’altro, la trasferta spagnola impegna l’Italia a confermare la vittoria della “Coupe”, ottenuta lo scorso anno a Linz in Austria. Anche quest’anno l’apporto del lago di Como si preannuncia essere importante per raggiungere l’obiettivo. Il programma prevede sabato le qualificazioni e una parte di finali, domenica il resto delle finali.

© Riproduzione riservata

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True