Cross corto a Oltrona San Mamette  Ancora un trionfo per Ivana Iozzia
Ivana Iozzia in allenamento

Cross corto a Oltrona San Mamette

Ancora un trionfo per Ivana Iozzia

La prova era abbinata al Trofeo Lanfritto Maggioni. Tra gli uomini primo Riccardo Ghillioni (Triangolo Lariano)

Nel segno di Como il cross corto di Oltrona San Mamette che, abbinato alla quarta prova del Trofeo Lanfritto-Maggioni e al 14° Memorial Giovanni Volere, ha di fatto riaperto la stagione 2016 dopo le gare del primo trimestre.

I vincitori sono stati Riccardo Ghillioni (Triangolo Lariano) e la luratese Ivana Iozzia (Calcestruzzi Corradini Excelsior). Sostanzialmente due predestinati nell’imporre la loro supremazia sulle rispettive distanze di 4 e 3 km.

Mattinata fredda e ravvivata da qualche bagliore di sole, per disegnare arabeschi di luce su tappeti di foglie, quando al via si sono presentate 48 donne (Allieve, Juniores, Promesse, Seniores, Master). Risultato già scontato fin dalla partenza a favore della “stella” lariana la cui elegante falcata si è stagliata in modo tangibile.

Alle antagoniste è rimasto unicamente da interpretare il ruolo di ancelle. E mentre Ivana Iozzia (SF40) si dileguava indisturbata per chiudere la sua corsa solitaria con il crono di 12 minuti netti dietro di lei l’emergente allieva Camilla Bossi (Cantù Atletica) teneva benissimo botta alla più esperta Erica Simonetta (SF35). Le due più vicine inseguitrici si assestavano sui gradini intermedi del podio con un gap di 1’16” e 1’25”.

Nella top ten figurano, nell’ordine, Sara Trezzi (Junior, 1’38”, Cantù Atletica), Deborah Oberle (Senior, 1’40”, Bernatese), Chiara Fumagalli (2° Allieva, 1’44”, Atletica Mariano), l’intramontabile Cristina Clerici (1° SF50, 1’52”, Gs Villa Guardia), Carmen Piani (SF50, 2’00”, Atletica Lecco), Simona Fazzini (SF35, 2’06”, Premana) e Micol Caprani (3° Allieva, 2’09”, Atletica Centro Lario).

In 88 allo start della competizione maschile. Dopo il bronzo nel Cross della Rocca di Arona il biancoazzurro Riccardo Ghillioni ha fatto centro pieno. La gara è risultata più incerta e con distacchi maggiormente contenuti rispetto a quella femminile. Il primattore, che è passato sul traguardo in 15’34”, ha avuto come più assidui “tallonatori” Matteo Pifferi e l’Allievo Jonathan Tamborini (Cantù Atletica). Per il tandem biancorosso un ritardo di 17’ e 23”. Quarto (1° SM40) Giovanni Gianola (28”, Premana), poi quinto lo Ju marianese Luca Olivieri (32”).

Arrivi alla spicciolata, con sesto Fausto Rizzi (SM40, 36”, Premana), il meratese Gabriele Lamanna (1° Promesse, 38”), il breccese Giordano Montanari (1° SM35, 41”, Daini Carate Brianza), Matteo Salvioni (46”), comasco del team bresciano San Rocchino, e il premanese Mauro Gianola (1° SM50) a chiudere la fila dei primi dieci classificati.n 


© RIPRODUZIONE RISERVATA