«Dalle scuole medie ai campionati Il segreto dell’Oratorio Guanzate»
Tennis tavolo a raffica all’Oratorio di Guanzate

«Dalle scuole medie ai campionati
Il segreto dell’Oratorio Guanzate»

Il bilancio di un anno per la società comasca. Guffanti: «Ci siamo salvati in tutte le categorie».

I campionati a squadre di tennis tavolo sono stati congelati. Quindi c’è la possibilità, con le squadre comasche impegnate nell’attività del tennis tavolo, di fare un po’ il bilancio della stagione.

La sezione ping pong dell’Oratorio San Gabriele di Guanzate nasce da una scissione di alcuni atleti del Gruppo sportivo Villa Guardia. Nel 1997 un papà guanzatese “prova” con il figlio quattordicenne e altri due ragazzini pari età residenti a Guanzate, a staccarsi, a malincuore, dal Gruppo sportivo Villa Guardia per far nascere una nuova attività nell’oratorio del paese, convinto che il futuro del tennis tavolo debba venire proprio dall’ambiente oratoriano.

Abbiamo chiesto a Pasquale Guffanti, responsabile della sezione, come si muove per promuovere la disciplina sul territorio. «Ci siamo mossi nell’ambito della scuola media e, in collaborazione con gli insegnanti, da molti anni, teniamo lezioni sia teoriche sia pratiche di tennis tavolo a tutte le classi e organizziamo tornei».

Quante squadre avete iscritto per questa stagione? «Nella stazione 2019/2020 abbiamo iscritto al campionato della Fitet sei squadre. Abbiamo 43 tesserati tra dirigenti e giocatori. Una squadra militava in serie D3 girone di Como, una in serie D3 girone di Varese, due squadre in serie D2 nel girone di Como, una in serie C2 e una in serie D categoria femminile».

Tutte hanno conquistato la salvezza. D’accordo sulla decisione del consiglio federale, di congelare i campionati? «Con il senno di poi non si poteva fare di meglio. Mi trovo perfettamente d’accordo viste le grosse problematiche emerse in Lombardia».

Si parlerà a breve anche di rinnovo cariche sociali. «A breve la nostra società sportiva dovrà provvedere al rinnovo delle cariche sociali. Non mi ricandiderò per il mio trasferimento da Guanzate. Proseguirò fino al termine del mandato e a malincuore, lascerò l’incarico ad altri».

Ci saranno dei problemi per le società, a livello economiche e logistiche, nel riprendere l’attività agonistica? «Sicuramente ci saranno dei problemi per la prossima stagione. Innanzi tutto dovremo ridurre al massimo le spese di vestiario, e destinare quote all’acquisto di materiale. Se da una parte avremo meno costi per le iscrizioni ai campionati, con alcune Federazioni che hanno dimezzato queste voci, è altrettanto vero che come società sportiva oratoriana potremmo agevolare i soci con le quote di iscrizioni ridette a compenso dell’annata passata interrotta dai ben noti motivi».

La sua più bella soddisfazione? «Sono responsabile della sezione tennis tavolo dal 1997 anno della nascita del gruppo tennis tavolo. Mi sono divertito moltissimo a giocare e a “costruire” tantissimi atleti della provincia. Le soddisfazioni sono state tantissime, ogni anno una diversa dall’altra. Molto mi ha dato anche la collaborazione con la scuola media. Conserverò un bellissimo ricordo dei ragazzi e del professore di ginnastica con cui ho collaborato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA