Dentro il ritiro di Cantù C’è il gioco delle coppie
Lo staff tecnico della Pallacanestro Cantù (Foto by Butti)

Dentro il ritiro di Cantù
C’è il gioco delle coppie

Niente come un ritiro può servire a fare gruppo e a cementare i rapporti

Una curiosità, ma anche una di quelle cose che servono a cementare rapporti e a far nascere amicizie che poi, sul parquet, possono anche essere decisive nei momenti di difficoltà.

Soprattutto perché i giocatori personalmente non si conoscono ancora essendo tutti, o quasi, volti nuovi per la Acqua San Bernardo Cantù.

Come sono abbinati i giocatori nelle stanze dell’hotel Aurora di Chiavenna, rifugio per i momenti di riposo durante il ritiro precampionato? Fanno coppia in camera gli italiani Andrea Pecchia e Alessandro Simioni. La Torre è stato abbinato con Yancarlos Rodriguez, mentre Biram Barapapè condivide gli spazi con il giovane Gabriele Procida. Una guardia e un lungo nell’abbinamento tra Corban Collins e Kevarrius Hayes.

Coppia italo-americana tra Riccardo Santolamazza e Maurice Creek. Chiudono Jason Burnell e Wes Clark, quest’ultimo aggregatosi alla squadra solo nel pomeriggio di lunedì dopo l’arrivo dagli Stati Uniti.

Ieri è saltata causa maltempo la seduta atletica all’aperto sul campetto dell’oratorio di Borgonuovo di Piuro. I ragazzi hanno lavorato in palestra, ma quando è rispuntato un timido sole hanno comunque voluto concedersi un bagno refrigerante nelle acque della Cascata dell’Acqua Fraggia.

Il programma di oggi prevede la mattinata libera, con probabile visita a Palazzo Vertemate Franchi, e allenamento al Palamaloggia alle 17,30.


© RIPRODUZIONE RISERVATA