È finita l’era Gerasimenko Cantù adesso è della Tic
Il momento della firma dal notaio Manfredi

È finita l’era Gerasimenko
Cantù adesso è della Tic

La svolta in serata, dopo l’ennesima giornata di colpi di scena e trattative. Annunciato anche Acqua San Bernardo sponsor per i prossimi tre anni

Fumata bianca. La Pallacanestro Cantù cambia proprietà e passa dalla famiglia Gerasimenko alla Tic, Tutti Insieme Cantù, ovvero la compagine di azionariato popolare che adesso ha ampliato la propria base con l’ingresso di una serie di aziende del territorio.

La firma, dal notaio Manfredi, è stata messa questa sera, dopo una giornata di colpi di scena e trattative. Il primo appuntamento, infatti, ed era quello delle 12, era saltato perchè il patron russo, già ieri sera, aveva posto una serie di condizioni che non avevano permesso di arrivare a un accordo.

In pratica, Gerasimenko chiedeva ulteriori garanzie, soprattutto sulla parte mobile dell’accordo, quella cioè legata alla rateizzazione del pagamento. Poi, alla fine, dopo un lungo pomeriggio di tentativi di intermediazione, ecco finalmente il via libera. E una firma attesa da giorni.

Da subito si lavorerà al destino della nuova società e soprattutto si potrà riprendere la trattativa con la multinazionale interessata all’affiancamento, massiccio, di Tic.

Intanto, Antonio Biella e Acqua San Bernardo hanno annunciato l’accordo di sponsorizzazione per i prossimi tre anni.

Tutti i particolari della vicenda sul quotidiano La Provincia domani in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA