È un Sacripanti da sogno Batte la Serbia, ora la Turchia
Stefano Sacripanti in maglia azzurra

È un Sacripanti da sogno
Batte la Serbia, ora la Turchia

Il coach canturino sta andando alla grande negli Europei Under 20: la sua Nazionale è nei quarti

Primo obiettivo centrato dalla nazionale Under 20 di Pino Sacripanti che all’Europeo di Helsinki (Finlandia) batte la Serbia negli ottavi di finale (70-65) e accede così tra le prime otto del continente.

Gli azzurri, dopo il riposo odierno, giocheranno domani (ore 13) il quarto di finale contro l’imbattuta Turchia che è candidata all’oro. Per l’Italia, finora con più ombre che luci, due successi e due sconfitte. Ma chissà che la vittoria di ieri non sia il trampolino di lancio.

Una vittoria sudata per l’Italia che anche stavolta ha mostrato i suoi difetti, a dispetto del potenziale tecnico, prima del grande rush dell’ultimo quarto (12-25). Gli azzurri iniziano bene (13-8 all’8’) con 10 punti di Donzelli nel 1° periodo (14-17). Poi la solita imbarcata e la Serbia con un parziale di 3-21 va +13 (16-29 al 16’). Sacripanti se la vede brutta (in caso di sconfitta scende nel tabellone 9°-16° posto) nei due quarti centrali (36-48 al 25’).

Solo 43 punti segnati nei primi 30’ (43-53). Poi dal 31’ (45-55) è la stella Mussini a sbloccare l’impasse: gli azzurrini rientrano forte con un break di 13-0 (58-55 al 36’) e allungano (21-3, 64-58 a 3’33” dalla fine). I serbi non mollano fino a 19” (66-65) ma Flaccadori fa 4/4 dalla lunetta e l’Italia fa festa (Flaccadori 18, Donzelli 16, Mussini 15, Moretti 10).


© RIPRODUZIONE RISERVATA