È una Targa d’oro internazionale Con Xiaolin Tian guarda all’Asia
Leonardo Rigamonti (al centro) ha bissato il podio dell’anno passato

È una Targa d’oro internazionale
Con Xiaolin Tian guarda all’Asia

La classica del Villa d’Este: al femminile successo della cinese. Il comasco Rigamonti ancora sul podio

La “Targa d’oro Villa d’Este” numero 71 con la vittoria nel torneo femminile di Xiaolin Tian ha divulgato il proprio albo d’oro nel continente asiatico.

La giocatrice cinese, nata alla periferia di Pechino il 15 agosto 1985, a un mese dal 23° compleanno ha vinto questa prestigiosa e antica gara nazionale per dilettanti chiudendo le 54 buche medal in 205 con un giro finale in 63.

La Tian (con lei il Club Ambrosiano esulta per aver festeggiato il 4° successo consecutivo femminile in questo torneo) ha staccato di 7 colpi l’azzurra torinese Cecilia Durante, figlia d’arte: suo padre Marco, ligure di Albenga, ha vinto infatti per 3 volte la Targa d’oro dal 1982 al 1987.

Sul percorso di Montorfano (fra maschi e femmine in lizza 140 concorrenti), hanno giocato da protagoniste anche le golfiste del club di casa Erika De Martini, di Cassina Rizzardi e Alice Gatti, di Tavernerio, rispettivamente quarta e settima in classifica.

Nel torneo maschile, disputato su 4 giri, Leonardo Rigamonti, 17, di Eupilio, ha sfiorato il secondo posto ottenuto l’anno scorso dopo lo spareggio perso con Bovari.

Stavolta, a causa di un calo nel doppio giro finale, ha lasciato l’argento al sardo Pettinau che l’ha preceduto di 2 colpi. Sul primo gradino del podio è salito il toscano di Forte dei Marmi Gianmarco Manfredi, 17 anni, tesserato a Castelgandolfo, che si è imposto con lo score di 273, -3 sul par.

© RIPRODUZIONE RISERVATA