Elica rotta in Sardegna Barlesi perde il Mondiale
Serafino Barlesi in azione

Elica rotta in Sardegna
Barlesi perde il Mondiale

La sfortuna colpisce il pilota dello Yacht Club Como

Per colpa di un’elica Serafino Barlesi perde il Mondiale Offshore 3D e deve accontentarsi della medaglia d’argento finale, dopo un argento e un oro parziali.

Sardegna

Il Fim Sardinia Gran Prix, concluso ieri sul mare di Cagliari dopo tre giorni di mare mosso, ha regalato comunque qualche soddisfazione ai piloti comaschi in lizza, come la vittoria di Christian Cesati nell’Endurace, che lo porta in testa alla classifica tricolore. Ma anche positivo esordio nel 3D (5000) dei comaschi Valentino Basile e Luca Vecchiori, oltre alla conferma del giovane Mattia Andreani nella classe propedeutica Formula Junior Elite. Ma andiamo per ordine.

Il mare troppo mosso fa saltare la prima giornata del Mondiale 3D e Gara 1, quella corta (short race) parte il giorno successivo, ma ancora in condizioni meteo difficili. Scatta “Gasbeton” di Giovanni Carpitella e Andrea Bacchi, ma “Banca Generali” di Serafino Barlesi e Alex Barone è alle calcagna e tenta il sorpasso, però viene rallentato da un problema al cambio. Intanto la corsa viene sospesa per la crescita delle onde ed i portacolori dello Yacht Club Como finiscono secondi. Grande spettacolo in Gara 2, la long race, dove Barlesi dà la zampata del campione e tra sorpassi adrenalinici e contatti sfiorati, brucia tutti sul tempo e conquista il primo gradino del podio. Gara 3, ancora corta, è quella che decide tutto, ma le cose non vanno per il verso giusto.

«Siamo stati anche questa volta molto veloci – spiega Barlesi – e sempre in lotta con Carpitella e Bacchi, ma proprio mentre abbiamo dato gas e stavamo superandoli si è rotta un’elica ed abbiamo perso velocità, finendo secondi e perdendo purtroppo il Mondiale». In classifica generale finiscono quinto Valentino Basile su “De Mitri” di Roberto Lo Piano e sesto Luca Vecchiori su “Marco” di Giovanni Casagni. Il mare mosso ha condizionato anche le altre gare. Due le prove in programma del campionato italiano Endurance, una delle quali terminata anzitempo (meno del 75 per cento) e quindi non assegnando i punti ai concorrenti. Gara 2, invece, si è svolta regolarmente e il comasco Christian Cesati con Matteo Berardi, vince e scatta in testa alla classifica tricolore della Classe 450.

Giovane

Sul mare cagliaritano si è messo in luce anche il quattordicenne Mattia Andreani di Faggeto Lario, sesto nella Formula Junior Elite, dopo una serie di sorpassi per recuperare la falsa partenza in quanto gli si era spento il motore. Andreani quest’anno ha già corso a Viverone, dove era arrivato quarto e a San Nazzaro d’Ongina , dove aveva conquistato il secondo gradino del podio. Domenica la Centomiglia assegnerà tutti i titoli tricolori in palio sia dell’Offshore 5000, sia dell’Endurance.


© RIPRODUZIONE RISERVATA