Era la notte dell’orgoglio Quello di Cantù non basta
Niente da fare per la Red October Cantù contro la Vuelle Pesaro (Foto by Butti)

Era la notte dell’orgoglio
Quello di Cantù non basta

Partita ad alti e bassi per la Red October sconfitta a Desio dalla Vuelle Pesaro

Dalla tormenta di giornate sportivamente drammatiche in cui è parso di udire anche il de profundis, nel posticipo della settima giornata d’andata del campionato di serie A Cantù parte anestetizzata, prende colore in corso d’opera, dà l’impressione di vincere ma poi finisce per perdere in volata contro Pesaro. Punteggio finale 87-90.

Pesaro in fuga dopo 3’ (4-12) e ancora significativamente al comando (17-26) alla prima sirena. Lo strappo si accentua al 12’ (18-32), grazie anche ai 14 punti di Blackmon e al contestuale 0/8 biancoblù nelle triple. Finalmente il tappo sul canestro pesarese viene levato da Gaines che mette praticamente 9 punti in fila per il 32-34 al 16’. Dall’altra parte, tuttavia, McCree ripaga con la stessa moneta piazzando 12 punti in un amen propiziati da tre colpi dai 6.75 ed è 34-43 al 17’. A metà gara squadre di nuovo a contatto sul 45-47, con 14 di Udanoh e 13 di Gaines.

C’è di nuovo tanto Gaines (altri 9 punti) nel parziale di 15-4 con il quale la Red October prende momentaneamente a comandare (60-51) prima di essere riagganciata al 27’ (62-62). Ma Cantù riesce a entrare nel quarto di coda avanti di 7 (72-65). La Vuelle ci prova (75-74 a 7’20”) e sorpassa al 37’ (79-81). Nel finale sono gli ospiti a spuntarla grazie a diversi tiri liberi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA