Europei trial, uno-due di Poncia   Polso dolorante: Gandola è decimo
Luca Poncia, pilota comasco di Garzeno, durante una gara

Europei trial, uno-due di Poncia

Polso dolorante: Gandola è decimo

Ottima prova del giovane di Garzeno: primo nella Yuth International e nella categoria International 2

Un campionato europeo di trial che ha visto la provincia di Como ai vertici due volte, grazie alle vittorie del diciassettenne di Garzeno Luca Poncia.

Al Moto club La Guardia di Genova è toccata l’organizzazione del Gran Premio d’Italia ovvero la quarta prova dopo quella in Spagna e le due in Francia. Per gli organizzatori la scelta è stata fatta a Santo Stefano d’Aveto comune turistico nel fresco della Val d’Aveto. Quattordici nazioni al via con oltre 150 partenti a confermare le sfide continentali nella due giorni.

Protagonista per ben due volte è stato proprio il giovane di casa Beta, Luca Poncia che in due giorni è salito due volte sul gradino più alto del podio, diventando così grazie a queste performances il nome nuovo dell’eurotrial nella gara italiana. Anche se va aggiunto che il giovane di Garzeno in campo nazionale è conosciuto anche per aver vinto la settimana prima la quarta prova a Barzio nella TR3.

Il primo successo di Poncia arriva nella categoria Yuth International vincendo davanti a 33 piloti; ma la sorpresa è il punteggio ottenuto del comasco, perché gli errori al termine delle gara sono solo due, uno per ognuno dei giri sulle 15 prove “non stop”.

A far compagnia a Poncia sul podio il pilota della Repubblica Ceca (con 12 errori) David Fabian (Beta) e il ligure Tommaso Bottini (GasGas) pure lui con 12 penalità.

Anche nella seconda giornata di campionato europeo Poncia è al via ma nella categoria International 2 dove bissa il successo delle 24 ore precedenti. Gli errori nella seconda giornata per il comasco sono 10 in un podio finalmente tutto azzurro completato da Andrea Moretto (GasGas) e Fabio Grattarola (Trrs).

Ma a Santo Stefano d’Aveto c’erano altri due piloti della nostra provincia. Nella Champion (massima categoria), Lorenzo Gandola con la Scorpa che ha chiuso la gara occupando il 10° posto. Bene a metà per il pilota di Bellagio che lamenta problemi a un polso non ancora al 100% visto che ha corso di nuovo con il tutore. Gandola stringe i denti, soffre perdendo diverse posizioni passando dal 4° posto del primo giro al 10° finale.

Nella Junior Cup ecco invece Michele Ruga (Scorpa): con una gara regolare il trialista di San Siro termina al 12° posto, guadagnando 5 punti nel campionato continentale ma riuscendo a precedere al traguardo 17 piloti.

Domenica ultima tappa in Belgio dove si assegneranno le corone continentali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA