Fasana, piano piano «Mi mancava la palestra»
Erika Fasana al suo rientro in palestra a Fino

Fasana, piano piano
«Mi mancava la palestra»

Primi passi per la tavernolese, dopo l’intervento chirurgico, nella palestra di Fino

«Mi mancava tanto la palestra, non ero abituata». Erika Fasana non ha saputo resistere alla nostalgia della “ginnastica” e nemmeno tre mesi dopo la doppia operazione (gomito e tibia) è tornata nella palestra De Maria a Fino Mornasco.

«Non ho fatto nulla di eccezionale - aggiunge la ventenne bi-olimpionica (Londra 2012 e Rio 2016) -. Ho corricchiato sulla pedana e ho provato qualche movimento».

Il gomito destro (ha subito la ricostruzione del legamento, parzialmente strappato durante il mondiale di Glasgow 2015) non è ancora “utilizzabile”: si parla di almeno cinque mesi di stop dall’operazione. La tibia invece è a posto, anche se la tavernolese deve fare attenzione all’articolazione. «Mi sentivo inutile - spiega Fasana -. Stare a casa mi pesava».

© RIPRODUZIONE RISERVATA