Festa allo Yacht Club Como Ma all’asciutto: niente regata
Un momento delle premiazioni allo Yacht Club Como

Festa allo Yacht Club Como
Ma all’asciutto: niente regata

Il maltempo ha cancellato la gara di chiusura. Solo la cerimonia di fine stagione

Il maltempo ha in parte, ma non del tutto, rovinato la festa di dine stagione della sezione velica dello Yacht Club Como, che ha dovuto rinunciare alla tradizionale Regata di Chiusura in programma ieri sulle acque del primo bacino.

«Abbiamo deciso di annullare la gara – spiega il giudice unico Giancarlo Montorfano – per l’allerta meteo che in effetti si è rivelata esatta. Dopo il sopralluogo sul capo di gara , infatti, abbiamo rilavato che fare la regata sarebbe significato mettere a rischio l’incolumità dei giovani della squadra agonistica, a causa delle condizioni proibitive del lago».

Ma la rinuncia alla gara, non ha compromesso il tradizionale ritrovo di fine stagione nella sede dello Yacht Club Como per tirare le somme dell’anno e per premiare gli atleti delle squadre agonistiche e assegnato il premio “Carlo Campioni” annuale per il miglior allievo della scuola vela.

Al riguardo il riconoscimento quest’anno è andato ad Edoardo Sala. In passerella, comunque, per ricevere un gadget, tutti i protagonisti della stagione nazionale ed internazionale, delle classi Laser Bug, Standard e RS Feva. «Quest’anno è stato ricco di soddisfazioni per i nostri giovani – ha detto il presidente Giancarlo Ge – che si sono impegnati nelle gare zonali, nazionali ed hanno affrontato impegnative trasferte anche in Europa. La scuola di vela, la prima in Italia nata nel 1950, continua a dare buoni frutti ed è destinata a crescere. Ringrazio tutti i ragazzi ed i loro allenatori che si stanno impegnando a tutti livelli. L’anno prossimo sono certo che raccoglieremo risultati ancora più importanti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA