Gioia Redaelli «Cantù, bene  Umiltà e lavoro le nostri doti»
Un buon momento per la Libertas Cantù, che ha vinto a Bergamo (Foto by foto cusa)

Gioia Redaelli «Cantù, bene

Umiltà e lavoro le nostri doti»

Parla il vice di Cominetti: «La squadra esprime un bel gioco. Viste buone cose contro Bergamo».

Vincere contro la Caloni Agnelli, per di più a Bergamo, è risultato tutt’altro che scontato. La Pool Libertas, però, può evidentemente fare anche questo, forte di uno spirito di squadra che, al di là di qualche battuta a vuoto (leggasi la sconfitta della scorsa settimana in casa contro Lagonegro), è capace di giocarsela a viso aperto contro chiunque.

In una partita nella quale «si sono viste tante cose buone», l’allenatore in seconda Massimo Redaelli vede il risultato di una «crescita» iniziata ormai cinque o sei gare fa: «La squadra sta esprimendo un bel gioco. Sono diverse partite che questo avviene e, dunque, non è un caso se possiamo giocare contro Bergamo, una compagine costruita per salire in Superlega, in questo modo», dice.

. «I risultati raccolti sono importanti, ma dobbiamo tenere i piedi per terra. Umiltà e lavoro sono le due caratteristiche di questo gruppo, che sa bene che prima di pensare ad altro deve raggiungere la salvezza. In questo senso, i sette punti di vantaggio sulla quart’ultima rappresentano una posizione importante. Non dobbiamo sederci sugli allori, però».

© RIPRODUZIONE RISERVATA