I 100 e 200, uno dietro l’altro  Casarico, primato e argento
Mattia Casarico

I 100 e 200, uno dietro l’altro

Casarico, primato e argento

Il velocista comasco non delude a Pavia nella sera in cui decide di fare gli straordinari.

Primato stagionale nei 100 metri con 10”87 e nei 200 con 21”39. Con l’aggiunta del secondo posto nel mezzo giro di pista. È soddisfatto Mattia Casarico del doppio impegno ravvicinato nei “Queenatletica games”. Anche perché, come sottolinea l’albatese, «avevo qualche problema fisico alla schiena che ho risolto grazie al chiropratico che segue vari atleti del Cus Pro Patria».

L’obiettivo del comasco (22 anni), a Pavia, era quello di acquisire velocità in vista degli appuntamenti clou della stagione, a partire dai campionati italiani assoluti, dove sarà al via nella specialità “della casa” i 400 piani. Casarico ha iniziato la giornata, poco dopo le 17 presentandosi ai blocchi di partenza dei 100. Per lui la terza batteria (su 11 ) dove ha chiuso terzo in 10”87 alle spalle del padrone di casa Federico Manini (10”61) e del torinese Davide Panero (10”73).

Il tempo dell’ex Bernatese non è sufficiente per entrare nella finale a sei (vinta dal favorito Andrea Federici), ma per il 10° posto. Con il personale stagionale che lima di 10 centesimi al precedente e terzo crono di sempre (a 7 centesimi dal 10”80 dell’aprile 2018).

Tre ore dopo Casarico era al via nei 200. Nella prima serie, dei più forti, accanto a Michele Tricca. I due hanno lottato spalla a spalla e alla fine l’ha spuntata il portacolori delle Fiamme Gialle in 21”05. Il comasco ha chiuso in 21”39, seconda miglior prestazione di sempre sul mezzo giro di pista , dopo il 21”35 del 27 maggio 2018 e miglior tempo stagionale che demolisce il 22”23 di gennaio indoor a Padova. Per lui anche l’argento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA