I numeri smascherano Cantù  Troppo facile per Avellino

I numeri smascherano Cantù

Troppo facile per Avellino

Le statistiche del primo turno esaltano gli irpini, giustizieri della Red October

Troppo facile per la Sidigas affondare i colpi contro i biancoblù.

Avellino era in giornata di grazia particolare oppure Cantù ha limiti difensivi enormi? Certo non è semplice arrivare subito a una conclusione ma, la presenza contemporanea - sono praticamente tutti ai primi posti - di tanti giocatori irpini nelle parzialissime classifiche individuali elaborate da Legabasket, dà almeno da pensare.

Spicca in ogni dove la faccia di Green che, con i 32 punti realizzati nella vittoria contro Cantù sul neutro di Pistoia, è stato il miglior realizzatore della prima giornata di campionato. Non è finita: Green ha eguagliato anche la miglior prestazione da tre punti grazie al 5/8 e ha realizzato il suo record di rimbalzi catturati (15, di cui 13 difensivi). E non è un caso se, nelle parole di Pashutin, il problema principale contro Avellino sia stata la lotta a rimbalzo.

Infine, Avellino ha realizzato contro Cantù la miglior prestazione al tiro della prima giornata grazie al 64.1% da due, al 46.2% da tre e al 92.3% ai liberi. Prima squadra in ogni categoria di tiro, la squadra di Vucinic è risultata la migliore in questo primo turno anche per assist (27, di cui 13 solo dell’ex Nba Cole…) e per valutazione (137). Quindi, si può discutere se sia stata solo una giornata super per Avellino o una giornataccia per Cantù, resta però l’estrema facilità con cui la Sidigas ha affondato il coltello nelle larghe maglie della difesa canturina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA