Il fantasista Molino ora ci crede  «Questo Como vale il primato»
Daniele Molino esulta dopo aver segnato l’1-0 al Gozzano

Il fantasista Molino ora ci crede

«Questo Como vale il primato»

Giocatori euforici dopo i due successi consecutivi nell’arco di quattro giorni.

«Non siamo inferiori a nessuno»

Il campionato a questo punto lo ha detto chiaramente. Il Como è una squadra che può stare assolutamente alla pari con le più forti. La vittoria di Gozzano ha rilanciato alla grande le possibilità di combattere per il primo posto, anche se la vetta è rimasta alla stessa distanza. E in questo rilancio, che passa anche attraverso il vittorioso recupero di mercoledì scorso con l’Oltrepo’ Voghera, c’è un nome che sale alla ribalta. Quello di Daniele Molino, che ha messo la firma su entrambi i successi con i suoi gol.

«Due vittorie in quattro giorni, ma soprattutto due ottime prestazioni - dice Molino -, positive da tutti i punti di vista. Forse neppure noi ci aspettavamo di riuscire a fare così bene domenica, ma credo che non se lo aspettassero neppure le altre squadre, alle quali invece abbiamo dato un bel segnale di forza.Per quanto mi riguarda mi sono lasciato alle spalle un momento un po’ difficoltoso, purtroppo capitano periodi così, in cui le gambe non vanno come vorresti, e anche se hai molta voglia di giocare non riesci a farlo nel modo migliore».

E al Como sono mancati anche i suoi gol. Perchè Molino è abituato a segnarne, undici l’anno scorso, tredici due anni fa, una ventina tre anni fa. E su uno dei problemi più discussi di questo Como, cioè un po’ di difficoltà a trovare la rete, lui ha una sua teoria. «I giocatori capaci di segnare qui ci sono, per vari motivi ancora non sono riusciti, non siamo riusciti, a rendere al meglio. Ma il potenziale di questa squadra è buono anche in questo senso».

Vincere, arrivare primi, è un traguardo assolutamente ancora possibile, soprattutto dopo dimostrazioni di forza come quella di domenica a Gozzano. «E ci metterei anche quella con la Caronnese, un altro campo su cui avremmo potuto vincere, con un’ottima partita. Perchè andiamo meglio fuori casa? Non lo so. Ma sicuramente sappiamo che il nostro rendimento casalingo è ancora migliorabile, e questo è un altro punto a nostro favore se ci riusciremo. E io sono convinto di sì. Come sono convinto che già in queste prossime tre partite potremmo recuperare punti su chi ci sta davanti. Primo posto alla nostra portata? Se continueremo così, assolutamente sì».

Domenica il Como giocherà in casa contro l’Olginatese (ore 14.30).


© RIPRODUZIONE RISERVATA