Iozzia principessa d’Engadina Ha centrato l’ottava vittoria
Ivana Iozzia

Iozzia principessa d’Engadina
Ha centrato l’ottava vittoria

Ennesimo successo in Svizzera per la campionessa di Lurate Caccivio

«La mia primissima Engadiner Sommerlauf è stata nel 2001, quando ho chiuso al primo posto. A distanza di vent’anni ho vinto l’oro, per l’ottava volta». È la stessa Ivana Iozzia a dare le statistiche delle vittorie nella gara in terra svizzera di 26 chilometri che la luratese ha messo in bacheca nel giorno di Ferragosto.

Un successo netto con la comasca (48 anni) che ha messo tra sé e la seconda, un vantaggio di due minuti. Samira Schnuriger (classe 1995) ha infatti tagliato la linea del traguardo 1’56” dopo la campionessa tesserata per la Calcestruzzi Corradini Rubiera. Iozzia è stata anche l’unica delle 225 atlete, capace di fermare il cronometro sotto l’ora e quaranta (1.39’55”) ed ha fatto meglio di moltissimi colleghi maschi.

Terzo posto, in 1.44’59” per l’anconetana Denise Tappatà. «Sono salita a St.Moritz per il tradizionale periodo di preparazione in altura, in vista della Stralugano Half marathon del 29 agosto e ho deciso di partecipare alla Engadina, una gara che ormai è una tradizione per me - spiega la lauratese -. La mia prima vittoria risale al 2001 e, alla “veneranda età” di 48 anni sono riuscita a vincere ancora».

La gara svizzera si disputa in gran parte su terreno sterrato, con partenza da Sils e arrivo, per questa edizione, nella Promulins Arena di Samedan a St.Moritz Bad. L’anno scorso, su un’edizione ridotta, aveva segnato il ritorno alle competizioni della luratese, dopo il lockdown.

Dodici mesi fa la comasca aveva preceduto, come a Ferragosto, la svizzera Schnuriger anche se solo di un minuto. Nel maschile al via Oscar Giovio. Il portacolori dell’Atletica Centro Lario in 1.42’24” ha intascato il 22° posto nella classifica assoluta, terzo nella categoria SM3 (over 50).


© RIPRODUZIONE RISERVATA