Kucich ai tifosi  «Voglio restare qui»
kucich (Foto by Fabrizio Cusa)

Kucich ai tifosi

«Voglio restare qui»

«Per me è un onore essere con voi tifosi a festeggiare. Ci siamo “sbattuti” tutto l’anno pur di salire»

«Un Como “americano”? Può ambire a traguardi importantissimi, oltre la Lega Pro. Dateci fiducia, se va in porto questa operazione faremo grandi cose». C’era solo Stefano Verga per la società alla premiazione di Matteo Kucich, eletto miglior giocatore della stagione dai tifosi del Como e vincitore della sesta Coppa Borgonovo, organizzata dai Pesi Massimi. E, a chi gli chiedeva spiegazioni o, semplicemente, un’estate tranquilla, ha risposto a tutti così. Tra approvazione e qualche, comprensibile, perplessità della platea.

Erano un centinaio i tifosi al Caffecchio per applaudire Matteo Kucich, meno desiderosi di fare festa come un anno fa, quando partirono torciate, cori e festeggiamenti (anche se non c’era nulla da festeggiare). Gli altri due giocatori in lizza, Gentile e Molino - secondo e terzo classificato - erano assenti: uno convalescente dopo l’operazione al naso, l’altro in Sardegna e presto sposo. «Vi ringrazio per averci sostenuti tutto l’anno - ha detto Kucich -: siamo partiti male ma ci siamo risollevati. Non eravamo un gran gruppo all’inizio, però grazie allo staff ci siamo ripresi bene sfiorando la promozione».

Con il trofeo in mano, Kucich ha voluto ringraziare i supporter del Como: «Per me è un onore essere con voi tifosi a festeggiare. Ci siamo “sbattuti” tutto l’anno pur di salire: spero di proseguire in Lega Pro con la maglia del Como». C’è stata anche una lotteria benefica: il vincitore estratto a sorte ha vinto una fornitura di acqua San Bernardo, il ricavato è stato invece devoluto all’associazione “Quelli che con Luca onlus”.n 


© RIPRODUZIONE RISERVATA