La Briantea riprende alla grande Un’altra Supercoppa in bacheca
La Supercoppa italiana consegnata a Ian Sagar, capitano della Briantea (Foto by foto Briantea)

La Briantea riprende alla grande
Un’altra Supercoppa in bacheca

L’UnipolSai ha conquistato per la terza volta il trofeo battendo nettamente nelle Marche il Santo Stefano.

Ecco la Supercoppa Italiana, la quarta della storia della Briantea84, terza consecutiva in quella che recentemente è stata chiamata la “Golden Age”, l’era d’oro, del club guidato dal presidente Alfredo Marson.

A Porto Sant’Elpidio la UnipolSai ci ha impiegato poco più di due quarti a imporre la sua supremazia su Santo Stefano Marche Avis, 25’ per ribadire che gli equilibri – almeno in questo avvio di stagione – non sono mutati. Il risultato finale di 78-45 non racconta esattamente quella che è stata partita molto dura dal punto di vista fisico, giocata con grane intensità fino alla fine, nonostante il divario presto creato.

I marchigiani non hanno mai mollato, questione di orgoglio, sete di rivincita e voglia di scrivere una pagina di storia. In entrambi i team. Decisivo per la UnipolSai il break dell’italo-agentino Adolfo Berdun (26 punti a fine match) che negli ultimi 60 secondi del secondo tempo come una furia ha portato negli spogliatoi le speranze dei biancoverdi: 9 punti in scia, 38-17 sul tabellone e da li non si è più tornati indietro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA