La Pallanuoto Como c’è E vuole salvarsi
Giovanni Dato, presidente-giocatore.tecnico della Pallanuoto Como

La Pallanuoto Como c’è
E vuole salvarsi

Serie B- Gara due del playout. A Como oggi arriva Busto Arsizio ma i gialloblù sono già sull’1-0

Uno a zero e palla al centro. Come se nulla fosse successo. E invece qualcosa è già successo alla Pallanuoto Como nei playout di serie B di pallanuoto, quelli che butteranno giù dal dirupo, direzione serie C, una delle contendenti fra i lariani e la Busto Pallanuoto.

La squadra comasca, la cui direzione tecnica è stata tolta a Zoni per essere affidata al “tandem” Dato-Kiss, si è aggiudicata in modo perentorio ed assai convincente gara-uno. A Busto Arsizio, in casa della miglior qualificata tra le due contendenti nella stagione regolare, i gialloblù hanno vinto (3-6), stasera alle ore 19.30 a Muggiò è previsto il match di ritorno.

L’obiettivo è chiudere il discorso, portarsi sul due a zero e assicurarsi così la permanenza in serie B per la quarta stagione consecutiva. Il presidente della Pallanuoto Como, Giovanni Dato, predica però prudenza.

«Ho già detto a tutti i giocatori di dimenticare la partita di sabato scorso - il suo pensiero -. È vero, abbiamo mostrato qualche segnale positivo. ma così come è andata bene a noi, potrebbe succedere il contrario stasera. Busto è una formazione imprevedibile e se i due o tre giocatori di buona caratura dovessero azzeccare la partita, potremmo avere delle difficoltà. Per questo ho cercato di infondere fiducia, ma soprattutto grinta: quella che secondo me è mancata a Busto e che può essere l’arma decisiva per garantirci il successo».

È stato un incontro vinto con merito, ma non perfetto. «Con Zoltan Kiss, che ringrazio per la disponibilità, abbiamo analizzato la prestazione. Sull’uomo in più dobbiamo migliorare, il doppio arbitraggio ci ha premiato ma non siamo riusciti a sfruttare il gran numero di superiorità avute. Invece devo dirmi soddisfatto della tenuta mentale dei ragazzi, che non hanno patito alcun calo durante il match».

Per Kiss è stata la prova generale in previsione di una sua futura investitura a coach della prima squadra? «Kiss continuerà a occuparsi dei nostri giovani.Ora sono concentrato solo sul risultato di stasera: al tecnico per il 2019 penserò semmai da domani, se avremo già la salvezza in tasca».

© RIPRODUZIONE RISERVATA