L’accoglienza a Ruta  Festa all’aeroporto
RUTA E OPPO AL DENTRO DEL GRUPPO DELLA CANOTTIERI MENAGGIO ALL'AEROPORTO DI LINATE (Foto by Gianfranco Casnati)

L’accoglienza a Ruta

Festa all’aeroporto

Un grande cartellone di saluto ai due eroi medagliati olimpici del doppio pielle maschile. Ad accoglierli una decina di atleti della Menaggio

L’arrivo all’aeroporto di Linate, venerdì sera, è stato praticamente l’aperitivo , abbastanza rumoroso, offerto dalla Canottieri Menaggio a Pietro Willy Ruta e Stefano Oppo, reduci da Tokyo con la medaglia di bronzo al collo. Con loro è sbarcata anche Federica Cesarini (oro nel doppio leggero con Valentina Rodini), diretta a casa sua a Gavirate.

Un grande cartellone di saluto ai due eroi medagliati olimpici del doppio pielle maschile. Ad accoglierli una decina di atleti in casacca bianco arancione (I colori della Menaggio), tra cui le giovani promesse del canottaggio lombardo Valentina Mascheroni e Silvia Tarelli. Con loro l’allenatore capo Stefano Gandola e l’aiuto allenatore Samuele Corongiu e il consigliere Diego Pangher. Ma c’erano anche gli inossidabili Carlo Mondelli e Bruno Cremona, che negli anni hanno conquistato tanti successi con i colori della Menaggio e ancora oggi sono sulla cresta dell’onda nei master.

Tutti, ma proprio tutti, sono esplosi in grida di gioia quando Ruta e Oppo sono usciti dal gate. Le rispettive fidanzate, Laura e Camilla sono state le prime ad abbracciarli. Poi tutti gli altri, avvicendandosi a fare selfie e filmati, coinvolgendo nei festeggiamenti anche Federica Cesarini. Poi ciascuno per la propria strada, mentre Pietro Willy Ruta è salito sul pullmino della canottieri con i ragazzi sino alla sua casa di Griante.


© RIPRODUZIONE RISERVATA