Lagonegro fa lo scherzetto Per Cantù è un passo falso
Un attacco del brasiliano Ricardo (Libertas Cantù) (Foto by Cusa)

Lagonegro fa lo scherzetto
Per Cantù è un passo falso

Sconfitta casalinga per la Libertas. Cominetti: «Siamo sempre stati in partita. La forza di lottare non è mai venuta a mancare»

Una vittoria avrebbe consentito a Cantù di confermare i progressi visti durante le ultime gare. Il ko per 1-3 subito ieri in casa da Lagonegro, invece, riporta la Libertas con i piedi per terra, ancorché il settimo posto nel girone Blu di serie A2 sia al momento ancora ben saldo.

«Siamo sempre stati in partita. La forza di lottare non è mai venuta a mancare». Nonostante la sconfitta, coach Luciano Cominetti è sereno. «Non si è trattato – dice – di un’involuzione rispetto al recente passato. Lagonegro, infatti, è una squadra capace di dare molto fastidio. L’ha fatto con Bolzano e con Brescia. Questa volta è capitato a noi».

Dal punto di vista tecnico, gli ospiti hanno «difeso molto». Di contro, la Libertas «ha peccato nella fase di servizio», consentendo alla Geosat Geovertical di «fare male alla nostra ricezione». «Sapevamo che loro difendevano molto e, purtroppo, non siamo riusciti a mantenere la calma in alcuni momenti decisivi», considerazione che lascia trasparire sì un po’ di rammarico, ma che non inficia il giudizio positivo su questo inizio stagione.

«Pensiamo al primo set. Siamo sempre stati avanti e, nel momento chiave, loro hanno difeso due o tre palloni incredibili», chiude. Il resto è un 1-3 che non deve spaventare.


© RIPRODUZIONE RISERVATA