Laze torna e vince a 39 anni Sogna la finale per il tricolore
Il verdetto che sancisce il successo di Suat Laze

Laze torna e vince a 39 anni
Sogna la finale per il tricolore

Il comasco ha battuto lo sfidante Zaman, di undici anni più giovane

Il pugile comasco Suat Laze torna sul ring a 39 anni e ritrova il gusto della vittoria: un ritorno in grande stile, a oltre due anni dall’ultimo incontro.

Alla palestra milanese Boxe Island, Laze – albanese di nascita ma italiano d’adozione – ha battuto lo sfidante Shoaib Zaman, di undici anni più giovane, in un incontro di qualificazione al titolo italiano dei pesi piuma. Peso identico per entrambi – 58,5 kg -, davanti a un grande pubblico con almeno 400 spettatori presenti, di cui un centinaio in arrivo da Como, si è combattuto su sei riprese. Laze se n’è aggiudicate quattro, contro due dello sfidante.

Il coach della “Suat Boxe”, la squadra che allena a Sagnino, ha messo in campo fin da subito tutta la sua esperienza, che l’ha portato a sferrare colpi importanti e decisi nei primi due round. Decisivo anche il cambio di guardia che ha disorientato Zaman.

La flessione è arrivata nella terza e quarta ripresa, entrambe vinte dallo sfidante, prima di un finale in crescendo che ha messo d’accordo i tre giudici: vittoria per 4-2. «È stata una vittoria pulita: ho cercato di sfruttare tecnica, tattica e strategia. Il verdetto è giusto, come ha ammesso anche il mio avversario». Ora la strada verso la finale per il titolo è più vicina: «Ma vorrei combattere ancora prima di giocarmi questa grande occasione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA