Libertas Cantù con fiducia  «Ma dopo il 3-0 ora umiltà»
monguzzi (Foto by Fabrizio Cusa)

Libertas Cantù con fiducia

«Ma dopo il 3-0 ora umiltà»

«Domenica – dice Massimo Redaelli – sarà una partita difficile. E’ evidente che per salvarci dobbiamo vincere almeno una partita a Brescia»

Un 3-0 che rimette la barca in equilibrio, un 1-1 nella mini-serie che deciderà chi tra Cantù e Brescia dovrà lasciare l’A2 di pallavolo maschile che, inevitabilmente, finirà per lasciare l’amaro in bocca a una delle due lombarde del campionato cadetto di volley.

Verso gara 3

In attesa di gara 3, partita in programma domenica pomeriggio a Brescia, la Pool Libertas si gode la vittoria colta in casa nella giornata di Pasqua. Una sorpresa davvero bella quella nell’uovo del presidente Ambrogio Molteni, frutto di una gara accorta che, però, non deve illudere nessuno circa i prossimi match in calendario.

«. Allo stesso tempo, Brescia sa che se dovesse perdere in casa, poi gara 4, che potrebbe essere decisiva, si giocherebbe al Parini. Inutile nasconderselo: dovremo dare il massimo».

Programmazione

La settimana che porterà le due squadre al nuovo confronto dovrà essere ben programmata. Niente sovraccarichi di lavoro, ma la giusta concentrazione per oliare i meccanismi necessari a trovare in campo le soluzioni più idonee.

«Già dopo gara 1 – continua Redaelli – avevo avuto l’impressione che ci fossero buoni segnali dai ragazzi. Richards, per esempio, è tornato ai livelli d’inizio stagione, mentre Gerosa è in grado non solo di assicurare la necessaria esperienza ai suoi compagni, ma anche di incutere un po’ di timore agli avversari. Non ci sarà nulla di scontato, dunque, a Brescia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA