«Like father, like son»: Nico Mannion va a Golden State come papà Pace
Nico (a sinistra) e Pace Mannion un paio di anni fa

«Like father, like son»: Nico Mannion
va a Golden State come papà Pace

Il play-guardia azzurro, figlio dell’ex Cantù, scelto al Draft Nba con il numero 48

«Like father, like son». I Golden State Warriors celebrano così, sul proprio account ufficiale, l’arrivo del 19enne Nico Mannion, selezionato al secondo giro del Draft Nba 2020 con la 48esima scelta assoluta.

Il play-guardia azzurro, figlio dell’ex Cantù Pace Mannion, che iniziò proprio con Golden State nel 1983 la sua esperienza nel campionato professionistico nordamericnao, e della pallavolista Gaia Bianchi, ha frequentato il liceo Pinnacle di Phoenix, Arizona, e nel 2019-2020 ha giocato con la Arizona University nel campionato Ncaa.

Dopo essere stato tagliato dalla nazionale statunitense prima dei Fiba Americas Under 16, ha disputato da protagonista gli Europei del 2017 della stessa categoria con l’Italia, terminando la manifestazione come miglior marcatore. Il 1° luglio 2018 ha debuttato con la nazionale maggiore, all’età di 17 anni, tre mesi e 17 giorni (diventando così il quarto più giovane esordiente della storia degli azzurri), in occasione della partita di qualificazione al Mondiale 2019 persa per 81-66 contro l’Olanda, segnando 9 punti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA