Magatti ancora in azzurro Quattro giorni di lavoro
Maria Magatti in azzurro

Magatti ancora in azzurro
Quattro giorni di lavoro

Raduno con la Nazionale a Parma per la giocatrice comasca

Quattro giorni di raduno, approfittando del ponte dell’Immacolata e del rinvio della partita con la Scozia. La nazionale femminile di rugby, con la comasca Maria Magatti, è da ieri a Parma per l’ultimo stage di questo “sfortunato” 2020.

Coach Andrea Di Giandomenico ha voluto con forza questo appuntamento, anche per cancellare la delusione della “seconda ondata” di rinvii che ha spazzato via il match contro la Scozia, prima tappa delle qualificazioni verso il mondiale del prossimo anno in Nuova Zelanda. La partita si sarebbe dovuta disputare oggi, proprio a Parma. Le 26 giocatrici si alleneranno nel centro sportivo della città ducale, con la speranza che nel 2021 si possa tornare in campo a livello internazionale.

Almeno a caccia del pass per l’iridato. Anche se la federazione ha già messo in considerazione la possibilità di assegnare il biglietto per la Nuova Zelanda, nel malaugurato caso che non si potesse giocare sino alla prossima estate, sulla base della classifica mondiale. Dove l’Italia è messa bene, essendo settima.

«Sportivamente parlando però non sarebbe il massimo», il pensiero di coach Di Giandomenico che intanto “spremerà” la comasca e le compagne nel raduno. Magatti (28 anni) ha all’attivo 33 presenze con la maglia della nazionale, avendo debuttato l’8 febbraio 2014 in Francia-Italia. Nel suo curriculum anche dieci mete.


© RIPRODUZIONE RISERVATA