Mariano a caccia dell’impresa  «Sarà una squadra d’assalto»
In gialloblù Andrea Castelli, centrocampista del Mariano

Mariano a caccia dell’impresa

«Sarà una squadra d’assalto»

Oggi in casa il ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia Dilettanti: con il Sankt Georgen bisogna rimontare l’1-3.

Servirà un’impresa, ma le porte della qualificazione non sono ancora chiuse. Il Mariano ci prova: oggi alle 15 affronta in casa il Sankt Georgen nel ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia Dilettanti.

Si riparte da un risultato sfavorevole, ossia dal 3-1 con cui gli altoatesini si sono imposti prima di Pasqua nella gara di andata disputata a Brunico. Vige il regolamento delle coppe europee: per qualificarsi, il Mariano deve vincere 2-0 o con almeno tre gol di scarto, mentre con il 3-1 si procederà con i calci di rigore, senza supplementari. Ogni altro risultato qualificherebbe il Sankt Georgen, che ieri ha svolto la rifinitura al “Lambrone” di Erba.

Per il Mariano, essere arrivato fino a questo punto è già un traguardo enorme: il cammino in Coppa Italia, cominciato a fine agosto, è culminato a dicembre con la conquista della Coppa Italia d’Eccellenza contro il Cavenago Fanfulla nella finale regionale.

Dopo aver passato superato anche il barrage del triangolare del primo turno della fase nazionale, battere anche il Sankt Georgen sarebbe un’ulteriore “stelletta” al petto in una stagione da ricordare. In palio, per la vincitrice della Coppa Italia Dilettanti, c’è l’ammissione garantita al prossimo campionato di serie D.


© RIPRODUZIONE RISERVATA