Media straordinaria da Piacenza in poi
Bellemo, fulcro del centrocampo azzurro

Media straordinaria
da Piacenza in poi

Rimontona del Como con Jack Gattuso capo allenatore.

CALCIO

La sera in cui pareggiò con il Piacenza, il Como era quinto in classifica, 21 punti insieme al Lecco, e a sette punti di distanza dal Renate, che andava in testa proprio in quella giornata. I biancoblù avevano ancora però una partita da recuperare, con la Pro Sesto. Che sarebbe stata anche la prima gara con Gattuso alla guida della panchina. E da lì comincia lo straordinario percorso che ha portato al primo posto, recuperando sul Renate la bellezza di otto punti.

Con la vittoria di Sesto, dunque, il Como si rimette in pari con le altre e si porta al quarto posto, a meno quattro dalla vetta. Il pareggio di Pontedera – finisce 2-2 dopo che il Como era riuscito a ribaltare la gara da 1-0 a 1-2 - è comunque un buon risultato, considerando anche che la squadra gioca metà ripresa in dieci per l’espulsione di Bertoncini.

Ma il Renate intanto vince e torna a +6. Il Como batte la Carrarese la partita dopo, e quel giorno il Renate pareggia a Olbia: Como secondo a -4. Il cammino delle due continua parallelo per due giornate, quelle in cui i biancoblù vincono a Grosseto e con il Livorno. Poi la sosta.

Si riprende e il Como dovrebbe giocare ad Alessandria ma la gara è rinviata, il Renate intanto batte la Pro Sesto, e va a più sette. Ma la squadra di Gattuso riparte come si era fermata, vincendo. Batte il Novara e intanto il Renate pareggia a Lucca, i punti di distanza diventano cinque.

Cruciale la gara di Alessandria, che il Como vince benissimo andando a -2. Distanza mai così ridotta, proprio il giorno dello scontro diretto. E arriva il sesto successo consecutivo, una serie straordinaria che altro non può valere che il primato. Il Renate era in testa da sette giornate consecutive, guarda caso proprio dal turno in cui il Como ha cambiato allenatore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA