Meno male che c’è Cova       Un solo podio ai regionali
Elisa Cova

Meno male che c’è Cova
Un solo podio ai regionali

L’atletica comasca a Cernusco deve ringraziare la figlia d’arte: argento nel cross

L’atletica comasca deve ringraziare Elisa Cova. La figlia del grande campione olimpico Alberto, ha portato l’unica medaglia, un argento, nel Campionato regionale di cross.

Sui prati di Cernusco Lombardone, invasi dai 700 iscritti in tutte le categorie, dagli Esordienti ai Master, la comasca, da poco rientrata all’attività dopo la maternità, è stata seconda nella prova delle Assolute.

I piazzamenti

Fuori dal podio, per una posizione, Alessia Ippolito nelle Promesse. Nella top ten sono entrati Clarissa Boleso, 6 a tra Juniores; Davide Novati 6° tra gli Allievi; Manuel Molteni, 8° tra gli Assoluti. Dopo oltre 21 mesi sono tornati i Campionati regionali individuali di cross per il settore Assoluto e per le categorie Allievi, Juniores e Promesse. Appuntamento a Cernusco Lombardone, per la prima tappa del trofeo Lanfritto Maggioni, con organizzazione a cura della Polisportiva Libertas Cernuschese in collaborazione con il comitato Fidal Como/Lecco. Otto i titoli da assegnare, equamente divisi tra maschile e femminile, con la gara che si è svolta in una giornata decisamente fredda, nonostante il sole e su un terreno compatto. Iniziamo dalla prova in rosa per le Assolute.

Prova da ricordare

La vittoria è andata a Nicole Acerboni (Bracco), già seconda ai regionali di cross corto. La milanese (che ha vinto anche l’oro tra le Promesse) sulla distanza dei 7 chilometri ha chiuso con il tempo di 23’42”. Grande prestazione per Elisa Cova. La comasca (casacca Pro Patria Milano) ha intascato la piazza d’onore, con un distacco di 16 secondi dalla prima della classe. Restiamo nel femminile per la “quasi” medaglia di Alessia Ippolito.

La canzese, che difende i colori dell’Atletica Lecco, è stata quarta tra le Promesse (7 chilometri), ad una trentina di secondi dal bronzo. Passiamo ai sesti posti. Il primo l’ha messo a referto Davide Novati tra gli Allievi (5 chilometri). Il comasco griffato Cus Insubria Varese/Como ha chiuso con il crono di 16’25” nella gara vinta da Mattia Adamoli (US Derviese), in 15’59” dopo una palpitante volata con Martino Arlati (Merate). Sesto posto anche per Clarissa Boleso. La luraghese (casacca Atletica Lecco) era al via tra le Juniores (5 chilometri) ed ha impiegato 20’10” a portare a termine la fatica.

Il successo è andato, in maniera netta, alla milanese Nicole Coppa (17’50”). Nella prova assoluta al maschile, Manuel Molteni ha dovuto accomodarsi sull’8° poltrona. Il villaguardese ha impiegato 32’00” per completare i 10 chilometri del percorso sui prati di Cernusco Lombardone.

Il più veloce è stato, in 30’02” l’azzurrino dei 3.000 siepi Enrico Vecchi dell’Atletica Rodengo Saiano (era il favorito). Buon 12° in 32’37” Riccardo Ghillioni dell’Atletica Triangolo Lariano. 14° in 32’51” Luca Olivieri dell’Atletica Mariano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA