Molteni, 80 candeline   spente alla sua Lario
Enzo Molteni (al centro) tra Daniele Gilardoni e Ruggero Capurso

Molteni, 80 candeline

spente alla sua Lario

L’ex presidente della “Canottieri” festeggiato in occasione del suo 80° compleanno.

Ottant’anni compiuti, dei quali più della metà vissuti tra famiglia, lavoro e la sua seconda casa, la Canottieri Lario.

Enzo Molteni ha spento l’ottantesima candelina proprio alla Lario, circondato dall’affetto di oltre cento tra “suoi” atleti, allenatori (uno dei primi Claudio Salvagni, l’avvocato difensore di Massimo Bossetti) e dirigenti, che hanno condiviso con lui grandi imprese sportive dal 1973, quando entrò nel direttivo con l’allora presidente Giampiero Majocchi, alla presidenza dal 1992 al 2016.

Presenti anche i “mondiali” Filippo Mondelli e Pietro Ruta, ha ricevuto una targa con tutte le vittorie della Lario dell’“era Molteni”, un omaggio dall’attuale presidente Leonardo Bernasconi e un “singolo” in miniatura dal suo inseparabile vice Ruggero Capurso e dall’11 volte campione del mondo Daniele Gilardoni. Ma soprattutto toccanti sono stati i ricordi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA