Nebuloni e Molteni  Il re e la regina a  Cantù
Una sorridente Carolina Molteni

Nebuloni e Molteni

Il re e la regina a Cantù

Quasi 200 i Cadetti in gara al “Papa Giovanni”. Stefano ha vinto nel lungo, Carolina nei 300 ostacoli.

Ancora i Cadetti protagonisti (per la terza volta) ieri al centro sportivo di via Papa Giovanni a Cantù per un meeting, organizzato da Asd Cantù San Paolo (per i 110 anni della società), Cantù Atletica e Polisportiva San Marco.

Quasi duecento gli atleti dei comitati di Como/Lecco Sondrio e Varese. Sugli scudi Carolina Molteni che debutta nei 300 ostacoli, con una squillante vittoria. L’altro oro porta il nome di Stefano Nebuloni nel lungo. Nella velocità solo i gradini più bassi del podio. Nessuna medaglia dal mezzofondo.

Carolina Molteni è la regina dei 300 ostacoli. La portacolori dell’Ag Comense, continua il momento positivo, e si impone, per dispersione (+ 1”78 sulla seconda, la varesina, Lucia Zamberletti), sulla pista del Papa Giovanni, alla “prima volta” in assoluto sulla distanza con gli ostacoli. Ovviamente il tempo di 49”92 dell’allieva di coach Marco Marinetti diventa il personal best. Nella prova maschile, quarto Fabio Di Girolamo (Ag Comense) in 48”82 con successo per il saronnese Giovanni Volontè.

Nel lungo, Stefano Nebuloni mette le cose in chiare al primo salto: il 5,32 porta in dote al saltatore dell’Atletica Rovellasca il primo posto. Piazza d’onore al compagno di società Federico Dell’Acqua con 5,26. Negli 80 in rosa (30 le iscritte) piazza d’onore per Francesca Meletto; la nerostellata ha tenuto testa, nella prima serie, a Giada Antonietti che si è imposta in 10”82. La comasca, alla seconda uscita sulla distanza (è al primo anno tra le Cadette) è scesa sotto il muro degli 11”, fermando il cronometro a un ottimo 10”84. Fuori dal podio (quarta) Giorgia Maglia (Rovellasca, 11”22) che precede la compagna di colori Greta Maria Alberti (11”26).

Negli 80 maschili doppio podio per l’Atletica Rovellasca anche se il gradino più alto è occupato dal missagliese Matteo Scaccabarozzi che ha chiuso in 9”72. Sotto i 10” anche i due rovellaschesi, con Nicolas Di Francesco, secondo in 9”94 e Nicholas Giovinazzo, terzo in 9”98. Entrambi hanno polverizzato i personali, risalenti all’autunno dell’anno scorso.

Nei 2.000 metri Cadette, non riesce ad andare a medaglia, Elisa Peverelli, quarta: la portacolori dell’Ag Media sport mette a referto il tempo di 7’46”12 nella gara vinta dalla mandellese Giorgia Belingheri in 7’12”60.

Nei 2.000 al maschile il migliore è Andrea Giglora (Osg Guanzate), 6° in 6’31”2 nella gara vinta dal cortenovese Giulio Mascheri in 6’12”2. Nell’alto al femminile quinta Silvia Sussarello dell’Atletica Rovellasca con la misura di 1,35 (oro alla malnatese Federica Monetti con 1,53). Nel maschile, senza atleti comaschi, successo per Lorenzo Mattioli (Atl. Malnate) con 1,75. Anche il triplo femminile (successo per Asia Ghioldi dell’Osa Saronno con 9,32) nessuna comasca era iscritta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA