Non c’è la corsa agli abbonamenti in casa della Pallacanestro Cantù
Gli spalti del PalaBancoDesio gremiti: un’immagine che il club biancoblù vorrebbe fosse riproposta

Non c’è la corsa agli abbonamenti
in casa della Pallacanestro Cantù

Dopo le 967 tessere staccate nella prima fase, soltanto un centinaio quelle in seguito vendute dal 20 agosto.

Alla voce “campagna abbonamenti” è freddina la risposta del pubblico canturino dopo l’apertura della seconda fase di vendite. C’è ancora molto tempo per abbonarsi – la scadenza è il 28 settembre, ma la società sta pensando a una proroga visto che la prima partita contro Avellino sarà in trasferta -, ma dopo l’iniziale impennata della prima fase, chiusa a 967 abbonati, dallo scorso 20 agosto sono solo circa un centinaio le tessere vendute.

La società si auspica un incremento - ovvio - e agevolerà la vendita anche al sabato. Gli abbonamenti si possono infatti acquistare on line sul sito www.vivaticket.it, nei punti vendita collegati (elenco completo sul sito internet ufficiale della Pallacanestro Cantù) e al Blackcourth Store di Cucciago dove, per chi ha già sottoscritto l’abbonamento ed è in possesso del tagliando provvisorio cartaceo, sarà possibile ritirare la tessera: il negozio di Fabio Borghi a settembre sarà aperto anche sabato 8, 15 e 22 dalle 9 alle 13.

© RIPRODUZIONE RISERVATA