«Non ha funzionato nulla  E non abbiamo scuse»
Rimas Kurtinaitis ha cercato invano di scuotere la sua squadra

«Non ha funzionato nulla

E non abbiamo scuse»

Il coach di Cantù, Rimas Kurtinaitis, dopo la tremenda sconfitta a Capo d’Orlando: «Siamo stati terribili, lenti, molli e in ritardo su ogni pallone».

Dopo la batosta subita a Capo d’Orlando, il coach della Pallacanestro Cantù, Rimas Kurtinaitis, è apparso deluso dalla prestazione dei suoi ma non preoccupato in vista del prosieguo del campionato. «Per prima cosa, voglio fare i complimenti a Capo d’Orlando - esordisce con eleganza il tecnico lituano -. L’Orlandina ha giocato una grande partita, con una qualità di basket importante e gradevole. Dal canto nostro, posso dire ben poco. Non è facile parlare in questo momento. Certamente siamo stati terribili, lenti, molli, in ritardo su ogni pallone. Non ha funzionato nulla. Capo d’Orlando ci è stata superiore sotto ogni punto di vista e in ogni fase di partita e gioco. Probabilmente qualcuno dei miei ragazzi ha sottovalutato la gara e il valore di questa formazione e questo non deve assolutamente accadere. Abbiamo sofferto molto i loro contropiedi e la loro velocità».

«Comunque, non abbiamo scuse - conclude -. Non venivamo da altre partite né eravamo stanchi. Credo sia stato più un problema mentale. Adesso mettiamo da parte questa brutta partita e guardiamo con fiducia al futuro. Martedì iniziamo a lavorare pensando a Reggio Emilia. So che in questo istante appare fuori luogo, ma voglio che i ragazzi capiscano che noi dobbiamo scendere in campo per vincere sempre, non per divertimento. Questi sono giocatori professionisti che hanno giocato gare importanti a livelli altissimi, serve avere una mentalità vincente ed è su questo che lavorerò maggiormente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA