Otto ripescaggi?  Il Como salirebbe in C
I tifosi del Como dovranno avere tanta pazienza, a fine luglio il quadro definitivo delle squadre iscritte in C

Otto ripescaggi?

Il Como salirebbe in C

Società in vendita o in crisi (anche in serie B): i posti da assegnare potrebbero di colpo aumentare

Il fermento è notevole intorno a quella che potrebbe essere la nuova serie C. Ed è già cominciato il conto alla rovescia verso il 30 giugno, giorno entro cui andranno presentate le domande di iscrizione ai campionati professionistici. Quanto spazio ci sarà, quanti posti liberi? La domanda interessa veramente tutti, a cominciare dalla serie A, a questo punto.

Perchè stando ormai non solo ai si dice ma anche a prime mosse reali, il gruppo dei club che sta preparandosi per allestire la seconda squadra è piuttosto folto. Juventus, Roma, Milan, Atalanta, Torino e Fiorentina, si è letto anche dell’Inter. Insomma, chi pensava che l’alto costo per partecipare a questa operazione avesse scoraggiato quasi tutte probabilmente non aveva ragione.

Detto che sarà probabilmente impossibile che possano riuscire a entrare così in tante, la cosa che dà da pensare è che se così tante società stanno pensando alla seconda squadra, il sentore è che i posti liberi possano essere parecchi. Si sussurra almeno quattro, ma qualcuno tra gli addetti ai lavori arriva a ipotizzarne anche otto. Facendo due conti, se tutto andasse regolarmente e tutti quelli che ne hanno diritto chiedessero il ripescaggio, il Como sarebbe la quinta squadra ad avere il posto.

Il criterio, come è noto, resta quello della rotazione in questo senso: seconda squadra di A, poi una retrocessa dalla C, poi una vincitrice dei playoff di serie D. Il fatto, positivo per il Como, è che tra le retrocesse dalla C una sola, il Prato, ha i requisiti per poter essere ripescata, quindi la rotazione riprenderebbe poi saltando da una di A a una di D.

Tradotto, se tutti reclamassero il posto, la prima ad averlo sarebbe la Juve B, quindi il Prato, la Cavese, la Roma B e il Como. Va detto infatti che anche la classifica delle seconde squadre di serie A a grandi linee è già stata stilata in base ai criteri richiesti. E le prime due sono proprio Juventus e Roma. In realtà, ci sono diverse incognite sia sul Prato che sulla Cavese, il Como potrebbe salire fino a diventare addirittura la seconda squadra avente diritto, dopo la Juventus B.

Ma come si arriva a ipotizzare almeno quattro posti liberi? Due sono sicuri, quello del Bassano, in seguito alla fusione con il Vicenza, e quello della Pro Piacenza che a quanto pare non si iscriverà. Si intrecciano poi una serie di situazioni che potrebbero coinvolgere anche la serie B, con due società in difficoltà come Cesena e Bari, la cui iscrizione non è certissima, il che potrebbe comportare la salita di un paio di squadre dalla C. Ma sono anche tante le situazioni un po’ delicate proprio in serie C, per esempio quella del Trapani. Tra proprietari che vogliono vendere e problematiche finanziarie si fanno i nomi di Lucchese, Arezzo, Reggiana, Mestre, Siracusa.

Nel giro di un paio di settimane certamente, avvicinandosi il momento dell’iscrizione, il quadro sarà molto più chiaro. Ci sarà poi tempo per chi vuole subentrare, quindi anche per il Como, di presentare la propria domanda entro il 27 luglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA