La Libertas e il filotto vincente. «Punti d’oro per la classifica»

Volley A2 I quattro successi consecutivi rilanciano le ambizioni di Cantù. Gamba: «Un passo avanti importantissimo e di questo siamo tutti felici»

La Libertas e il filotto vincente. «Punti d’oro per la classifica»
Kristian Gamba, 25 punti nell’ultima vittoria della Libertas
(Foto di Cusa)

Quattro successi consecutivi. Un filotto davvero importante quello che la Pool Libertas ha allungato nell’ultimo turno di serie A2, in casa, battendo al Palafrancescucci la Consar Rcm Ravenna.

Con i suoi 25 punti, Kristian Gamba ne è stato l’assoluto mattatore, una spina nel fianco per i giocatori ospiti che, alla fine, sono stati costretti sul 3-1 da una Cantù partita un po’ con il freno a mano tirato, ma capace in corso di match di tirare fuori gli attributi, fino alla vittoria che l’ha fatta schizzare al momentaneo settimo posto. «Tre punti che ci portiamo a casa molto felici. Per la classifica sono oro», dice appunto Gamba pensando appunto alle 14 lunghezze finora raccolte nelle prime nove giornate di campionato.

«Non la migliore partita»

Con Ravenna, peraltro, non è stata una gara bellissima. Qualche errore non è mancato su entrambi i fronti; a vincere, alla fine, è stata una Cantù che, dopo l’iniziale difficoltà connessa ai molti infortuni patiti nella pre-season, si trova ora nella condizione di giocare al pieno delle sue forze, e questo si vede fino in fondo.

«Secondo me – dice Gamba –la partita non è stata delle migliori né dalla nostra parte, né dalla loro; tuttavia, credo che fino a ora sia la squadra che mi è piaciuta di più. Questo per come sono organizzati: sono molto fastidiosi a muro, sono sempre presenti, composti».

Il cambio al palleggio avvenuto nei giorni precedenti alla sfida di Casnate con Bernate in seno a Ravenna ha scompaginato le carte di entrambe le formazioni. L’ex canturino Manuel Coscione, fino all’inizio della settimana regista della Consar Rcm, è infatti passato a Santa Croce; immediata la promozione del secondo – classe 2004 – Filippo Mancini, con il contestuale inserimento in rosa dell’esperto (classe 1975) Natale Monopoli.

«Difficile giocare così»

«Sicuramente, il fatto che sia andato via il loro primo palleggiatore questa settimana non li ha aiutati. Il secondo, però, mi sembra molto talentuoso e ha giocato una gran partita. Questa, forse, era la parte che ci mancava un po’: sapere un po’ del suo gioco, perché è difficile giocare contro una persona che non hai mai visto», spiega lo schiacciatore della Libertas.

Sotto 0-1, Cantù ha trovato via via la forza non soltanto di rialzarsi, ma anche di chiudere la partita sul 3-1 che ha portato in dote tre punti pesantissimi in chiave classifica. «Sono punti importantissimi e siamo contenti di questo», taglia corto Gamba, che guarda al calendario e ai miglioramenti da apportare in vista della trasferta di Reggio Emilia con la Conad.

© RIPRODUZIONE RISERVATA