Tecnoteam guarita? Adesso c’è la sosta

La squadra Dopo una «grandissima prova di carattere» la Tecnoteam si ritrova un po’ più sicura dei suoi mezzi

Tecnoteam guarita? Adesso c’è la sosta
Pinto

Dopo una «grandissima prova di carattere» - così l’ha definita coach Mauro Chiappafreddo – la Tecnoteam si ritrova un po’ più sicura dei suoi mezzi e ha ora qualche giorno in più per ricaricare le pile, visto lo stop del prossimo fine settimana.

Il campionato si ferma infatti per un turno; alla ripresa, il 5 febbraio, ecco la gara interna con il Volley Hermaea Olbia. Fino ad allora, una decina di giorni per rimettere in sesto ciò che ancora non gira a dovere.

A Cremona, del resto, «le ragazze hanno dato tutto e di questo sono molto contento», racconta lo stesso Chiappafreddo guardando alla seconda vittoria di fila dopo i quattro ko raccolti in altrettante gare a cavallo tra 2022 e 2023. Un’inversione di marcia importante, che andrà necessariamente confermata in futuro per rafforzare l’attuale quartultima posizione in classifica a 18 punti.

La speranza è di recuperare quanto prima possibile gli infortuni di Alice Nardo e Federica Stroppa, con Mariana Cassemiro rientrata ormai appieno dopo i problemi alla spalla (25 punti personali contro l’Esperia e miglior giocatrice del match) e l’apprensione subito rientrata per Giorgia Bernasconi, uscita dal campo a Cremona per un problema a un occhio e accompagnata precauzionalmente in ospedale, dove le hanno diagnosticato una semplice contusione.

La centrale Beatrice Badini, che a Cremona ha giocato lo scorso anno, plaude al successo ottenuto e pensa al prossimo futuro col sorriso di chi vuole assolutamente riprendere la marcia: «Questo campionato è davvero buono e difficile. Tutte le squadre sono vicine», sottolinea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA