Puppi, brilla l’argento  alla Bellagio skyrace
il marocchino Elazzoui Elhousine vincitore della Bellagio skyrace

Puppi, brilla l’argento

alla Bellagio skyrace

Il guanzatese è giunto a 9” dal marocchino Elhousine. Nella Half secondo posto per il menaggino De Bernardi.

Una stupenda giornata di sport: questa è stata la Bellagio skyrace che ieri ha incoronato, sulla distanza classica, il marocchino Elazzoui Elhousine e la ruandese Primitive Niyrora; nell’Half il premanese Mattia Gianola e la valtellinese Elisa Compagnoni.

Sui sentieri di casa, i comaschi non sono rimasti a guardare e incassano un doppio argento con Francesco Puppi (nella sky) e lo stakanovista Massimiliano De Bernardi (nell’half).

Organizzazione perfetta della Nsc Bellagio, “telecomandata” dall’infaticabile Franco Sancassani che, in questi giorni, ha divorato bollettini meteo, con il timore che diventassero sempre più negativi. Invece è andato tutto bene e ora può godersi il bellissimo spettacolo che si è svolto lungo i 28,1 chilometri con un dislivello positivo di 1.850 metri con la partenza da Bellagio e ritorno, dopo un intrigante transito nei giardini di Villa Melzi d’Eril, nella Perla del Lario.

Parterre di livello mondiale. Nel maschile al via anche Francesco Puppi. Il marocchino ha preso in parola il comasco ed è andato a imporsi con il tempo di 1h59’04”. Nove secondi dopo arrivava Puppi anche lui sotto le due ore (1’59’13”). Bronzo per il keniano Bosire Kiyaka (2.01’38”) davanti al ruandese Simukeka (2.02’43”).

Nel femminile dietro alla ruandese Niyrora (2.30’55”) Cecilia Pedroni (2.44’01”) e Sarah Palfrader (2.45’17”).

Nella Half argento per De Bernardi. Oro quindi a Gianola in 1h15’54” e piazza d’onore a De Bernardi in 1h17’39”. Nel femminile vittoria di Elisa Compagnoni (1h32’39”) e argento per Irene Mantica (1h40’54”).


© RIPRODUZIONE RISERVATA