Raourahi lascia l’UnipolSai E Marson ci rimane male
Ahmed Raourahi lascia l’UnipolSai Briantea84

Raourahi lascia l’UnipolSai
E Marson ci rimane male

In questi giorni sono in corso le pratiche per lo svincolo d’ufficio. Un contratto che si interrompe con un anno d’anticipo rispetto alla scadenza naturale

Dopo tre anni Ahmed Raourahi lascia l’UnipolSai Briantea84. Arrivato a Cantù nella stagione 2016-2017, Raourahi ha sollevato con la maglia dell’UnipolSai due Scudetti, tre Supercoppe italiane e tre Coppe Italia.

In questi giorni sono in corso le pratiche per lo svincolo d’ufficio. Un contratto che si interrompe con un anno d’anticipo rispetto alla scadenza naturale.

Una scelta, quella del forte italo-marocchino, che ha sorpreso la Briantea84.

«Non posso nascondere un po’ di amarezza per la vicenda che riguarda Raourahi - spiega Alfredo Marson, presidente della Briantea84 -. A fine maggio abbiamo passato una serata insieme, seduti accanto nella cena di fine stagione, abbiamo parlato tanto, era sereno. Nulla mi ha fatto presagire che stesse pensando di andare altrove, tra l’altro con un accordo firmato con noi fino al 2020. Penso di aver sempre compreso i miei giocatori, l’esperienza in merito non mi manca. In oltre 35 anni ne ho viste davvero tante, però ci resto sempre male quando capitano situazioni di questo genere».

Marson non nasconde il suo disappunto: «Questa vicenda mi fa pensare ancora di più che abbiamo bisogno di fare un passo avanti per darci regole condivise e chiare - sottolinea -. È necessario tutelare gli investimenti delle società sportive, in modo da gestire al meglio tutte le situazioni tipiche di un mercato sportivo. Solo così potremo raggiungere una reale programmazione economica oltre che tecnico-sportiva, base di ogni crescita». R.Ber.


© RIPRODUZIONE RISERVATA