Recalcati torna in pista. A Torino «Piazza storica, bella avventura»
Carlo Recalcati (Foto by Butti)

Recalcati torna in pista. A Torino
«Piazza storica, bella avventura»

Nuova panchina per il Charlie: ««I tifosi di Torino possono stare tranquilli: ad un gruppo di persone serie si è aggiunta un’altra persona seria»

Carlo Recalcati sostituisce Luca Banchi alla guida della Fiat Torino. Dopo le dimissioni del tecnico grossetano, rassegnate nella giornata di ieri, questo pomeriggio sarà presentato il nuovo allenatore.

La scelta è ricaduta su Carlo Charlie Recalcati, 72enne, decano degli allenatori italiani. Nel suo curriculum i tre scudetti conquistati con tre squadre diverse, Fortitudo Bologna, Mens Sana Siena e Pallacanestro Varese, unico nella storia a riuscirci, l’argento olimpico ad Atene 2004 e il bronzo agli Europei dell’anno prima alla guida della Nazionale.

«I tifosi di Torino possono stare tranquilli: ad un gruppo di persone serie si è aggiunta un’altra persona seria». Prime parole da allenatore della Fiat Torino per Carlo Recalcati, subentrato sulla panchina gialloblù dopo le dimissioni improvvise di coach Luca Banchi.

«Ieri pomeriggio ho letto che Banchi avrebbe potuto dimettersi, ma gli avevo dato poco peso perché pensavo rientrasse tutto - ha spiegato il nuovo allenatore della Fiat -.Poi alle 23 sono stato contattato dal presidente Forni. Il motivo per cui ho accettato? Una bella avventura, così come ho detto al presidente, Torino è una piazza storica per la pallacanestro italiana e soprattutto ha anche dei programmi e dei progetti che vanno molto in là negli anni».

Un compito non facile per Recalcati, subentrato in corsa a un allenatore «il cui lavoro è stato ottimo, bastava vedere la squadra come giocava. L’intento è quello di proseguire, non cambiare».

Recalcati ha sottoscritto un contratto fino a giugno 2019. Esordirà domani con il Lietuvos Rytas «se si riusciranno a portare a termine le operazioni di tesseramento europeo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA