“Remare senza acqua” Un successo strepitoso
Grande successo per Remare senz’acqua (Foto by Butti)

“Remare senza acqua”
Un successo strepitoso

Incredibile partecipazione a Como per la manifestazione promossa da Canottieri Lario e Moltrasio

Lo scorso maggio Como è stata affascinata dalla sfide delle ammiraglie sulle acque del porto. Ieri il canottaggio è diventato virtuale, ma ugualmente ricco di fascino, tanto da richiamate ai Giardini a lago, nei pressi del Tempio Voltiano, una marea di gente, comaschi e turisti. Questa volta le barche ammiraglie erano formate non da scafi, carrelli e remi veri, bensì da cinque file di otto remoegometri , per un totale di quaranta, perfettamente allineati, su una piattaforma azzurra, a simulare un bacino di gara di circa venti metri.

L’evento è stato battezzato dagli organizzatori, canottieri Lario e Moltrasio, “Remare senz’acqua” e titolo più azzeccato non sarebbe stato trovato. Così, come per la regata vera degli otto con timoniere nel porto della città, una volta di più il canottaggio è stato portato vicino alla gente e fatto conoscere per tutta la fatica e la tenacia, ma soprattutto per la grande passione di chi lo pratica. E giorno migliore per luna simile dimostrazione di muscoli non poteva essere scelto, visto che poche ore prima dell’inizio il comasco Filippo Mondelli, a molti chilometri di distanza , vinceva il titolo mondiale assoluto in quattro di coppia. In lizza a tirare per far stare davanti a tutti la propria formazione simulata con una barchetta in movimento sul tabellone luminoso, tantissimi giovani Under 14, ma anche Under 27, Master e Open.

Tutti in quei momenti si sono sentiti Filippo Mondelli e tanto entusiasmo è stato trasmesso anche al pubblico attorno. A trascinare i giovani nel dare il massimo nelle sfide sui 500 metri, le campionesse del mondo junior in quattro con Nadine Agyemenag e Giulia Clerici della Moltrasio, i medaglisti della Lario Roberto Gerosa, Ivan Galimberti e altri protagonisti della Coupe de la Jeunesse. In totale oltre 200 hanno voluto mettersi in gioco. «Un grande successo di pubblico – commenta Leonardo Bernasconi, presidente della Lario – e tante richieste di riproporre l’evento anche l’anno prossimo».

La serata si è conclusa a tavola con i piatti della cucina preparata dalla Canottieri Moltrasio.

G.CAS.


© RIPRODUZIONE RISERVATA