Ruggeri tra Treviso e Rovigo  Con il debutto in Top 14
Davide Ruggeri in azione

Ruggeri tra Treviso e Rovigo

Con il debutto in Top 14

Ha disputato uno spezzone contro i Dragons del Galles. «Felice di aver giocato, esperienza gratificante».

«Potermi confrontare a livello internazionale è uno stimolo incredibile per me». Davide Ruggeri è entrato in campo al 22’ della ripresa con la maglia del Benetton Treviso nel match di Top 14 contro i Dragons del Galles.

Per il terza linea comasco (22 anni) è stato il debutto nel campionato sovranazionale con la casacca dei trevigiani mentre aveva già rotto il ghiaccio con la competizione due anni fa con le Zebre Parma, anche allora contro un quindici gallese, quello dei Cardiff Blues. «Sono molto felice di aver preso parte alla partita e penso di aver dato il massimo, in termini di voglia e di attitudine -ha spiegato Ruggeri, che è un prodotto della cantera del Como -. È stato un match molto complesso, dove gli avversari sono stati più cinici di noi».

Il comasco ha avuto modo di prendere confidenza con il gioco a livello internazionale. «Gli impatti sono notevoli e arrivano ad un ritmo molto più veloce rispetto a quello che vediamo abitualmente - dice -. Allenandomi costantemente però spero di impormi sull’avversario».

Ruggeri è tesserato per il Rovigo, dove è un titolare nel massimo campionato italiano e poi è un “permit player” (in pratica un “prestito”) per la Benetton nel Top 14. Una doppia “veste”, non certamente facile. «Il percorso da permit non è semplice - conferma il comasco -. Bisogna riuscire a gestire le due situazioni tra Rovigo e Benetton. Ma sono certo che il lavoro che sto facendo in questo momento mi tornerà utile in futuro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA