Ruta e Rocek in acqua  Stanotte le batterie
PIETRO RUTA

Ruta e Rocek in acqua

Stanotte le batterie

Ruta la prima delle tre del doppio pesi leggeri alle 11.20 locali (le 4.20 in Italia), mentre Aisha, nel due senza senior, la prima delle tre alle 9.50 (2.50 in Italia).

Pietro Willy Ruta e Aisha Rocek pronti al via. Sulle acque del Sea Forest Waterway, sabato i due azzurri comaschi affrontano le rispettive batterie di qualificazione: Ruta la prima delle tre del doppio pesi leggeri alle 11.20 locali (le 4.20 in Italia), mentre Aisha, nel due senza senior, la prima delle tre alle 9.50 (2.50 in Italia).

Maestri di continuità e da anni i tra i migliori equipaggi al mondo nella specialità Pietro Willy Ruta (Fiamme Oro) e Stefano Oppo (Carabinieri) sono la barca su cui l’Italremo punta per una medaglia. Peppo “Barbanera” Ruta, 34 anni, è alla sua terza Olimpiade, dopo il settimo posto di Londra 2012 nel doppio e il quarto di Rio 2016 nel quattro senza, mentre Stefano Oppo, 27 anni (alla seconda Olimpiade, in Brasile fu quarto proprio con Ruta nel quattro senza Pesi Leggeri, assieme a Martino Goretti e Livio La Padula) hanno ottenuto dal 2017 ad oggi: tre argenti mondiali, un oro, un argento e tre bronzi agli Europei, un oro e tre argenti in Coppa del Mondo, un oro ai Giochi del Mediterraneo.

Per Aisha Rocek (Carabinieri/Lario) questo è il debutto in assoluto ai Giochi, ma con la tradizione del due senza, nato alla Lario per Londra 2012, da difendere. La comasca capovoga ha come prodiera Kiri Tontodonati (Fiamme Oro/CUS Torino) e assieme sono chiamate a fare andare la barca di punta affidata a loro oltre il decimo posto di Londra 2012 quando c’erano Claudia Wurzel e Sara Bertolasi e l’undicesimo di Rio 2026 con Sara Bertolasi e Alessandra Patelli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA